Si cambia. Per scelta e per necessità. Non sarà un turnover esagerato, se non altro perché in infermeria ci sono ancora parecchi giocatori (Defrel, Emerson, Schick). In ogni caso domani a Londra, contro il Chelsea, Di Francesco presenterà una Roma diversa. Soprattutto in mezzo al campo. Partendo dal ritorno di Strootman. L'olandese ormai è tornato ad allenarsi con il gruppo.

Contro la squadra allenata da Conte, l'olandese prenderà il posto di Pellegrini andato in campo contro il Napoli non ancora al top della condizione tanto è vero che Di Francesco lo ha richiamato in panchina quando mancavano dodici minuti al novantesimo. Una sostituzione che era stata programmata come ha spiegato nel dopo partita il tecnico giallorosso. La scelta di Strootman, inoltre, è dettata anche dal fatto che l'olandese ha certamente una maggiore esperienza internazionale e in partite come quella che si giocherà allo Stamford Bridge, l'esperienza può essere un fattore determinante.