È una vittoria di straordinaria importanza, quella ottenuta dalla Virtus a Latina. Non tanto perché grazie all'84-82 ottenuto in volata al PalaBianchini si conferma in testa alla classifica del girone, ma perché ottenuta senza Nic Moore, fuori dopo pochi minuti di gioco a causa di un problema alla caviglia e mai più rientrato. La sua assenza, che peraltro si aggiungeva a quella già nota di Landi, ha costretto tutti a metterci qualcosa in più. E così la squadra ha detto a se stessa che non è così dipendente dai suoi americani come si era detto finora e come in effetti le prime partite potevano far sembrare.
E se finora Sims era stato quello più appariscente, era stato proprio Moore l'uomo che aveva preso per mano i compagni nei momenti chiave. Ieri si sono presi per mano da soli e questo è un bel mattone nel processo di costruzione della squadra che ovviamente è appena iniziato.

La partita inizia con ritmi alti, privilegiando gli attacchi come dimostra il 10-10 dopo 4' di gioco (Moore 5 punti). Nella seconda parte del quarto Roma registra la difesa chiudendo il parziale sul 18-25 grazie anche ai 10 punti di un ottimo Alibegovic, ma perde Moore per distorsione alla caviglia proprio in chiusura di tempo. Una Virtus che si ritrova senza Moore rientra un po' a rilento nel secondo quarto e la Benacquista ne approfitta piazzando un parziale di 12-0 fino a portarsi anche in vantaggio di 8 lunghezze. Il primo tempo si chiude con il punteggio di 47-43 per i padroni di casa. La Virtus di ritorno dagli spogliatoi mette in campo grande applicazione difensiva e spirito di gruppo concedendo solo 6 punti agli avversari nei primi 7' di gioco trovando il sorpasso sul 53-54 con Santiangeli.
I padroni di casa si riscuotono nella parte finale del quarto con Lawrence chiudendo sul 64-60.
Nell'ultimo quarto di gioco la Virtus si aggrappa a Sims che segna 11 punti (26 punti totali in tutta la partita, risultando essere il Top Scorer del match) mantenendo in gara la squadra (ma a 2' 30'' i compagni dovranno fare a meno di lui costretto ad uscire dal campo per 5 falli). Negli ultimi minuti Sandri e Baldasso prendono la squadra sulle spalle per un finale al cardiopalma e portano la Virtus alla vittoria con il punteggio di 82-84.

Questo il commento di coach Piero Bucchi al termine del match: «Voglio innanzitutto ringraziare i tifosi che ci hanno seguito fin qui, è sempre bello regalare una vittoria a chi ti segue anche fuori. Complimenti ai miei ragazzi che hanno giocato con il giusto atteggiamento e la vera voglia di vincere, nonostante l'assenza di Moore e di Landi che effettivamente ci hanno tolto parecchie armi. L'inizio è stato un po' sonnolento ma abbiamo reagito nel secondo tempo, giocando con una forte tenuta mentale. Partite come queste ti aiutano a crescere, sapevamo sarebbe stata difficile ma con grande carattere siamo riusciti a portarla a casa»

I risultati

Leonis Roma-Givova Scafati 74-66, Axpo Legnano-Orlandina Capo d'Orlando 67-77, Virtus Cassino-Mens Sana Siena 59-76, Benacquista Latina-Virtus Roma 82-84, Novipiù Casale Monferrato-Zeus Energy Group Rieti 70-55, Trapani-Tortona 84-80, Biella-Treviglio 88-67, Bergamo-Agrigento (oggi)

La classifica

Virtus Roma, Casale Monferrato, Capo d'Orlando 8 Bergamo, Agrigento, Trapani, Latina, Eurobasket Roma 6 Biella, Rieti, Scafati 4 Siena 3 Tortona, Treviglio, Legnano 2 Cassino 0