Contro il Milan, che marcava a uomo sui calci d'angolo, la Roma ha fatto due gol. Contro la Fiorentina, Dzeko da solo avrebbe potuto farne altri due. Morale? Se non marchi (a uomo o a zona) ogni dispositivo è inutile.

6 Primo caso, 15' minuto: Biraghi guarda proprio nella direzione di Dzeko mentre i romanisti partono alla carica

7 Sulla traiettoria, Milenkovic va a saltare con Ibanez, ma Biraghi dorme e Dzeko va da solo: ma devierà fuori di ginocchio

Visualizza questo post su Instagram

Contro il Milan, che marcava a uomo sui calci d'angolo, la Roma ha fatto due gol. Contro la Fiorentina, Dzeko da solo avrebbe potuto farne altri due. Morale? Se non marchi (a uomo o a zona) ogni dispositivo è inutile 5 Primo caso, 15' minuto: Biraghi guarda proprio nella direzione di Dzeko mentre i romanisti partono alla carica 6 Sulla traiettoria, Milenkovic va a saltare con Ibanez, ma Biraghi dorme e Dzeko va da solo: ma devierà fuori di ginocchio 7 Secondo caso, al 23. Stavolta Dzeko, cerchietto rosso, andrà a saltare dietro Biraghi, e quind ' i davanti a Martinez Quarta (cerchietto bianco) 8 Il dettaglio che fa la differenza: quando il pallone (cerchietto) sta per arrivare nella zona dell'impatto, Dzeko è già in volo, mentre Quarta è ancora con i piedi sul campo. La zona sarà dunque conquistata dal romanista, l'argentino non riuscirà a limitarne l'impeto: la prodezza sarà di Dragowski ••• #TatticaMente di @danielelomonaco

Un post condiviso da Il Romanista (@ilromanistaweb) in data:

7 Secondo caso, al 23'. Stavolta Dzeko, cerchietto rosso, andrà a saltare dietro Biraghi, e quindi davanti a Martinez Quarta (cerchietto bianco)

8 Il dettaglio che fa la differenza: quando il pallone (cerchietto) sta per arrivare nella zona dell'impatto, Dzeko è già in volo, mentre Quarta è ancora con i piedi sul campo. La zona sarà dunque conquistata dal romanista, l'argentino non riuscirà a limitarne l'impeto: la prodezza sarà di Dragowski