Nell'affollatissimo mondo degli allenatori virtuali i commenti delle partite sono le cose più semplici da fare: si parte dal pregiudizio delle proprie opinioni sui valori delle squadre in campo, si prendono un po' di sensazioni sparse, le più emotive possibili, si spalma tutto sopra le proprie conoscenze calcistiche, si butta dentro l'ingrediente principale del risultato ed il lavoro è bell'e fatto. Così se la Roma va a giocare col Benevento che ha appena preso sei gol dal Napoli, o vince di goleada o il confronto a distanza con la squadra di Sarri diventa impietoso. E se poi la Roma va a giocare a Baku dopo che il Qarabag ha appena preso sei gol dal Chelsea, o vince di goleada o il confronto con le più forti squadre europee diventa impietoso. Quindi oggi per la Roma è il turno della valutazione al ribasso.

LEGGI L'ARTICOLO INTEGRALE SULL'EDIZIONE ODIERNA DE "IL ROMANISTA"