Ecco come hanno funzionato bene le pressioni della Roma contro il Napoli, a differenza di quello che è accaduto in Norvegia

1 Alla base dell'azione da gol costruita nel primo tempo, l'ottima pressione di squadra: con Rrahmani in conduzione, Pellegrini si occupa di Ruiz, su Anguissa è salito Veretout, Cristante sta su Zielinski, Mkhitaryan pensa a Di Lorenzo. Abraham si divide sui due centrali

2 Quando Anguissa cerca Zielinski, Cristante esce forte

3 La pressione funziona, Cristante tocca il pallone da dietro e lo toglie dalla disponibilità dell'avversario, poi lo aggira e assume la postura giusta, in direzione della porta difesa da Ospina. Da lì vede Abraham fuori linea e lo serve con un passaggio verticale forte e preciso. Sull'inglese si stanno avventando Rrahmani e, da più lontano, Koulibaly

4 Dopo aver resistito all'assalto dell'avversario, Tammy apre il destro e calcia, ma la mira non è giusta