Se mai ci fosse stato ancora qualche umano che non si fosse accorto delle qualità di Alisson Becker, ci ha pensato il portiere brasiliano, a Genova, contro la Sampdoria, a fargli aprire gli occhi. Quella paratona con la manona sulla punizione di Caprari e, anche, un altro paio di interventi da portiere extralusso, è stata la definitiva conferma di come il ragazzo arrivato da Porto Alegre, è uno dei portieri più forti del mondo con la prospettiva, concreta, di poter diventare, a breve, il numero uno in assoluto.

Un Alisson su questi livelli, in tempi di mercato, può diventare una calamita pericolosa per chi è in cerca di un portiere. E ci sono club, tipo Psg e Real Madrid mica pizza e fichi, che proprio in quel ruolo stanno cercando di assicurarsi un numero uno. Ecco che, anche per questo, negli ultimi giorni la Roma ha fatto filtrare come sul portiere brasiliano non intenda stare ad ascoltare eventuali offerte che, peraltro, sono già arrivate. Di Francesco è andato anche oltre, dichiarando ufficialmente come il brasiliano sarà il portiere giallorosso ancora per molto tempo. C'è da augurarsi che sia così perché stiamo di fronte a un estremo difensore fortissimo, ancora giovane considerando pure il ruolo, e in grado di garantire ulteriori margini di miglioramento. C'è la necessità per la società, la squadra, la piazza, i tifosi, che ci siano garanzie per il futuro. E una di queste non può che essere il ragazzo arrivato dalla stessa città di Paulo Roberto Falcao. È un numero uno in tutti i sensi e sarà il caso che la Roma e i suoi tifosi se lo possano godere  a lungo, sapendo che avere un portiere di grande livello è il presupposto essenziale per costruire una grande squadra.