Si è ripreso questa mattina, quando alle 11 sui campi del "Fulvio Bernardini" si è svolta la prima seduta di allenamento in vista della sfida di ritorno contro l'Ajax, in programma fra soli tre giorni allo stadio Olimpico. Come da abitudine consolidata, il gruppo sarà diviso in due fra chi ha giocato più di un tempo ieri con il Bologna e si dedicherà al lavoro di scarico, e tutti gli altri. Ovvero l'ossatura della squadra che presumibilmente scenderà in campo dal primo minuto nel match che può consegnare l'accesso alle semifinali di Europa League. Diversi i cambi in vista rispetto alla formazione schierata in campionato. Tre sono quelli obbligati, i due esterni e uno dei centrali difensivi: nello specifico, Fazio e Reynolds non fanno parte della lista Uefa, mentre Bruno Peres (ieri a sinistra) è squalificato in coppa dopo l'ammonizione rimediata nella partita di Amsterdam. In porta tocca di nuovo a Pau. Da un'altra squalifica, in questo caso comminata in Serie A, tornerà invece Cristante, che dovrebbe piazzarsi come di consueto ormai al centro della linea a tre: sabato Fonseca ha rivelato che Smalling ancora non sarà disponibile. A destra tornerà dal 1' Karsdorp, dall'altro lato conferma per Calafiori, subentrato a Spinazzola in Olanda. Il nazionale è stato visitato a Trigoria l'altro giorno e probabilmente nelle prossime ore sosterrà esami più dettagliati per valutare l'entità del risentimento muscolare. Tornerà titolare in mediana Veretout, mentre davanti dovrebbe cambiare l'intero trio. Il rientro di Mkhitaryan è stato positivo e l'armeno sarà nuovamente nella formazione di partenza dopo oltre un mese. Anche Pellegrini sarà in campo, tanto più che in campionato scatterà la squalifica dopo il giallo di ieri. E al centro dell'attacco tornerà Dzeko, fra i migliori all'andata.