Trigoria ha riaperto i battenti dopo la sosta natalizia. Il raduno della squadra di Fonseca è fissato per questo pomeriggio, ma il centro sportivo Fulvio Bernardini è già a disposizione dalla mattinata di ieri per chi è rientrato in anticipo e ha riavviato i motori e soprattutto per chi è alle prese con infortuni da cui recuperare. Come nel caso di Mirante, Spinazzola, Zaniolo e Pastore. Tutte situazioni diverse, ma tutti con lo stesso obiettivo, più o meno lontano. Per il portiere e l'esterno sinistro, due titolari della compagine di Fonseca, non è da prendere in considerazione un loro recupero per la prima gara del 2021, in programma in casa con la Sampdoria il 3 gennaio alle 15. Infortunio alla gamba destra per quanto riguarda Mirante, uscito durante il match con il Cagliari. Mentre gamba opposta interessata per Spinazzola, fermo dal 20 dicembre, quando ha abbandonato il campo durante Atalanta-Roma al 66'. Entrambi sono monitorati giorno per giorno, la speranza è di vederli tornare a disposizione già per la trasferta di Crotone del 6 gennaio, l'unica in trasferta di un mese che vedrà la Roma esibirsi (incluso il derby con la Lazio, previsto per il 15 gennaio) solo nello stadio amico. Molto amico, se in questa stagione il ruolino prevede ancora lo zero nella casella sconfitte e dove la serie positiva dura dal 2 luglio scorso (contro l'Udinese fu 0-2 poco dopo la riapertura post lockdown). E il dato conforta, se si pensa che gennaio sarà un mese cruciale, non solo perché nella scorsa stagione ha dilaniato le ambizioni in campionato e coppa Italia della squadra giallorossa, ma anche perché ad oggi la Roma è sul podio della Serie A e per tornare in Champions League via campionato è vietato qualunque calo di tensione. Fonseca vuole scongiurare la possibilità di un nuovo flop e in attesa di qualche soccorso dal mercato, preparerà la squadra in vista della gara di domenica contro la Sampdoria, quando comincerà il tour de force con sette partite in ventinove giorni. Il tecnico portoghese avrà bisogno di tutta la rosa. Una sorpresa, anche piuttosto annunciata, dovrebbe essere il rientro in gruppo di Pastore, che ha lavorato appunto ieri a Trigoria. Insieme a Nicolò Zaniolo, che scalpita: ieri ha girato una story facendo vedere ai tifosi il lavoro sulla cyclette direttamente dal centro sportivo, pochi giorni fa aveva dedicato un post d'amore al pallone: «Mi manchi». Sempre ieri uno scambio di post d'amore con la sua nuova fiamma, Madalina Ghenea, che ha di fatto ufficializzato la love story tra i due. Per il numero 22 il countdown è iniziato e già in questa settimana è previsto il ritorno alla corsa. Nessuna tappa bruciata, solo un percorso lineare che sta andando bene ed è seguito a distanza dal dottor Fink, che a settembre in Austria ha rimesso in ordine il ginocchio sinistro di Zaniolo.
Da segnalare il fiocco rosa per Pau Lopez. Il portiere spagnolo è diventato ieri di nuovo papà, per la terza volta. La compagna Andrea Galvez ha partorito la piccola Zoe a un un anno di distanza dalla nascita del fratello Leo. La Roma si è congratulata con un post su Twitter: «Benvenuta alla piccola Zoe. Auguri alla mamma Andrea e al papà Pau Lopez da parte di tutta la famiglia giallorossa». Con l'assenza di Mirante per infortunio, toccherà sicuramente a Pau Lopez in porta, mentre per rimpiazzare Spinazzola sarà ancora ballottaggio tra Calafiori e Bruno Peres sulla fascia sinistra.
Dal primo gennaio doveva occupare una scrivania a Trigoria il nuovo general manager, Tiago Pinto, ma il Covid ha ritardato l'inizio della sua avventura in giallorosso. Il dirigente portoghese ha avuto già diverse call con i Friedkin, dove sono stati intavolati i primi discorsi sugli obiettivi primari, ma non è ancora operativo.