Nuovo problema muscolare per Diego Perotti. Gli esami strumentali effettuati ieri mattina a Villa Stuart hanno confermato i timori dei giorni scorsi: lesione al flessore della coscia destra, la stessa che l'argentino si toccava uscendo dal campo di Cagliari appena 10' dopo il suo ingresso. Dovrà stare fermo per circa due settimane saltando sicuramente la prima partita di campionato contro il Verona e resta da valutare per la Juventus. Il suo stop potrebbe aver rallentato i discorsi di mercato riguardo un suo possibile trasferimento ma la traccia che porta al Fenerbahce è ancora viva. Resta il fatto che per Perotti questo è il ventiquattresimo infortunio da quando veste la maglia della Roma: in totale ha perso circa 310 giorni e saltato 60 partite.

Isolamento finito

La nota positiva arriva da Justin Kluivert. A fine agosto, l'olandese era risultato positivo al Covid dopo aver trascorso qualche giorno di vacanza a Ibiza. Con il secondo tampone negativo consecutivo dei giorni scorsi, l'Asl ha appurato la sua negativizzazione. Ieri era anche lui a Villa Stuart per sostenere alcune visite mediche di rito previste dal protocollo anti-covid redatto dalla Figc. Nei prossimi giorni tornerà a disposizione di Fonseca. A inizio mercato il suo nome era uno di quelli segnati in cima alla lista dei partenti. La positività al Covid e gli infortuni di Zaniolo e Perotti hanno raffreddato tutte le piste di mercato che lo riguardavano. Ma un procuratore come Mino Raiola ci mette pochissimo a scaldarle. Resta ancora in isolamento fiduciario Bruno Peres. Anche lui è risultato positivo al Covid verso fine agosto ma a differenza del suo compagno olandese non ha ancora ricevuto l'ok dall'Asl.

Verso l'esordio

Intanto ieri la Roma si è ritrovata a Trigoria per la seduta di allenamento mattutina, sotto gli occhi di Dan e Ryan Friedkin (oggi appuntamento alle 10). I nuovi proprietari continuano la loro immersione nel mondo Roma e non si sono persi la sessione di lavoro guidata da mister Fonseca. I calciatori che hanno giocato a Cagliari hanno svolto lavoro differenziato, mentre gli altri si sono allenati regolarmente sul campo. La seduta si è chiusa con un focus tattico. Fonseca ha potuto riabbracciare Carles Perez che ha svolto l'intero lavoro con il gruppo: anche lui nelle scorse settimane era stato fermato dal Covid. Continua il percorso di guarigione di Pedro. Lo spagnolo ha ereditato dalla sua ultima uscita con il Chelsea un problema alla spalla ed è stato costretto a operarsi. Ieri ha svolto tutta l'allenamento con la squadra ma ha evitato i contrasti a scopo precauzionale. Pedrito scalpita e vorrebbe tornare al più presto possibile. Difficile vederlo in campo con il Verona, più probabile uno scampolo di partita alla seconda di campionato contro la Juventus.

Nico scalpita

Chi non vede l'ora di tornare in campo è Zaniolo. Il numero 22 domenica è stato sottoposto all'intervento chirurgico per sistemare il ginocchio infortunato con l'Italia. È carico e pensa già al suo rientro: «Il tempo vola!», scrive su Instagram. Passerà ancora qualche giorno a Innsbruck, in Austria, nella clinica del dottor Flink. Il ginocchio sta rispondendo bene, lui già si muove usando le stampelle. Finita la convalescenza farà ritorno a Roma dove lo aspetta il percorso di riabilitazione. Una strada lunga, che Zaniolo conoscebene. Purtroppo.