Andrà in cerca di conferme la Roma Primavera nell'anticipo con il Chievo, ore 16 al Tre Fontane, diretta su SportItalia e Roma Tv: il campionato era iniziato male, con la sconfitta 3-5 col Sassuolo, la Youth League pure con il ko 3-1 a Madrid con il Real, domenica mattina il clamoroso 7-1 rifilato in trasferta al Milan ha invertito la rotta.

«Questa è una squadra che ha sempre difeso bene - ha spiegato Alberto De Rossi a Roma Tv - e sempre sciorinato buone azioni d'attacco. Ma nelle partite precedenti, in alcuni frangenti, la squadra è stata poco propositiva e forse un po' impaurita. E poi, in una sola partita abbiamo ritrovato la squadra». Che ora però dovrà confermarsi con il Chievo, già affrontato nel precampionato, e battuto 5-2. Stella dei veneti, l'italo-brasiliano Emanuele Vignato, classe 2000, che esordì in A proprio contro i giallorossi - dopo essersi scaldato insieme a Totti - in Chievo-Roma 3-5, del 20 maggio 2017.

«Vignato è il giocatore più interessante, di una squadra che gioca senza paura, iniziando trame di gioco molto interessanti, sin dal portiere. E che ha 2-3 elementi molto importanti per questa categoria. Noi dovremmo riproporre quanto fatto con il Milan». Come allora mancherà Celar, per la seconda giornata di squalifica dopo l'espulsione col Sassuolo. «Io vorrei sempre avere tutti a disposizione - conclude De Rossi - per quanto riguarda Celar è colpa nostra, ed è una cosa che non deve più succedere, da parte di nessun componente della rosa». Stefano Greco, uscito per un problema muscolare con il Milan, è ancora fermo, e rischia anche la gara di Youth League di martedì col Viktoria Plzen: tra i pali Cardinali. Non convocato Bianda: potrebbe servire alla prima squadra.