Si gioca tanto la Roma Primavera oggi, in un primo maggio che potrebbe vederla nuovamente prima, come pure quarta (e costretta a giocare i playoff), al termine di una stagione che l'ha vista per mesi in testa alla classifica. Al momento è seconda, a un punto dalla Sampdoria, che ha una gara non facile, contro la Spal di Beppe Scurto, avversario insidioso, che a gennaio rifilò alla Roma la prima sconfitta stagionale. Decisamente più abbordabile la partita dell'Inter, che ha gli stessi punti della squadra di De Rossi: giocherà alle 11, a Sesto San Giovanni, così alle 13, quando i giallorossi scenderanno in campo contro la Juventus già sapranno se i nerazzurri sanno passati avanti o no. A Vinovo (diretta tv su SportItalia e Roma Tv) la Roma dovrà sfidare la squadra che la segue in classifica, 35 punti contro 37: in caso di sconfitta i giallorossi verrebbero scavalcati. E sarebbe un bel problema, perché la Juventus ha una gara da recuperare, mercoledì prossimo in casa contro l'Empoli, e potrebbe prendere il largo. È in gran forma la squadra bianconera, trascinata dai gol del capocannoniere della Primavera Marco Cosimo Da Graca, che a Trigoria conoscono bene, già dai tempi delle giovanili del Palermo: classe 2002, 19 anni proprio oggi, è arrivato a Torino nel 2018, per l'Under 17, e quest'anno ha già segnato 15 gol in 14 partite, debuttando anche in Coppa Italia agli ordini di Andrea Pirlo, e con l'Under 23 (con cui ha anche segnato, in 6 presenze). Tre gol nelle ultime tre, e sono arrivate tre vittorie, l'ultima in casa della Sampdoria capolista, battuta 2-1 anche grazie alla rete del fantasista argentino Soule.

Parla il mister

Ma Alberto De Rossi non si è dichiarato particolarmente preoccupato. «Veniamo da due pareggi ottenuti con due grandi prestazioni - ha dichiarato il tecnico a Roma Tv - quindi siamo sereni. Noi ci preoccupiamo quando non giochiamo come sappiamo, ma quando la squadra si muove bene in campo siamo moderatamente tranquilli. Poi c'è da dare un'occhiata alla classifica, che ci vede un po' attardati. Mi aspetto una partita aperta: loro giocano e ti mettono in difficoltà. Dobbiamo fare attenzione alla pressione, possiamo sfruttarla per segnare, ma se non riusciamo a farlo possiamo rischiare. Ma comunque noi dovremo stare attenti a loro e loro a noi». Avrà parecchi problemi di formazione Alberto De Rossi, che ancora non sa bene su chi potrà contare: gli infortuni di Spinazzola e Veretout faranno rimanere in prima squadra Ciervo e Darboe, che erano in panchina già a Manchester. Providence è fuori da tempo per la frattura alla caviglia, per cui sull'esterno si dovrà nuovamente adattare Zalewski, con Podgoreanu sulla fascia destra. E non è escluso che qualche altro possa raggiungere Genova: ieri in serata è stato fatto partire per aggregarsi alla Primavera, arrivata a Torino ben prima, anche Riccardo Pagano, il numero 10 dell'Under 18 (che riposerà, dopo aver perso il recupero di mercoledì, a Milano contro l'Inter). In difesa non ci sarà Ndiayè, squalificato dopo il cartellino giallo preso sabato con la Lazio.

Under 17

Lunedì tocca all'Under 17, che sarà di scena a Firenze: la squadra di Piccareta, che ha riposato alla prima giornata, è reduce da due vittorie di fila, con Empoli e Lazio.