Se la vedrà con il Cagliari, rivelazione del campionato, la Roma Primavera (anche se Alberto De Rossi, giorni fa, ha tenuto a ricordare che il club sardo nella categoria è in crescita da tanti anni, e non lo considera certo una sorpresa), alle 14.30 ad Assemini, diretta su SI-solo calcio e Roma Tv. La squadra sarda è seconda in classifica, alle spalle del rullo compressore Atalanta, che ha 34 punti: 28 per il Cagliari, ben 8 in più della Roma (e 5 dell'Inter, che però deve recuperare una gara). Anche se la squadra di Max Canzi - ex vice di Mario Beretta, subentrato nel 2015 a una serie di ex rossoblù: Festa, Diego Lopez e Pusceddu - è reduce dalla peggior figura stagionale, un clamoroso 1-6 in casa, contro il Verona, che gioca in Primavera 2, negli ottavi di Coppa Italia.

Nel finale è stato espulso Bruno Conti, figlio di Daniele, e nipote del Bruno di Nettuno: classe 2002, centrocampista centrale, è arrivato quest'anno in Primavera dall'Under 17, e parte praticamente sempre dalla panchina. Come il portiere Piga, che giocherà oggi: il titolare, Ciocci, è in prima squadra, promosso da quarto a terzo per la quarta giornata di squalifica di Olsen. Per non rimanere fermo un mese lo svedese ha giocato una gara in Primavera da fuoriquota (in casa con la Sampdoria, 2-0), si era parlato della possibilità di farlo giocare di nuovo contro la sua ex squadra, ma alla fine non è stato convocato. In rosa anche un ex, il difensore Cusumano, che ha giocato con Riccardi e compagni nel 2015-16, l'anno della finale U15.

Roma rimaneggiata

Di fronte ci sarà una Roma rimaneggiata: contro la Juventus sono stati espulsi Estrella (dalla panchina, dopo il cambio) e Parodi, al centro dell'attacco giocherà Tall, senegalese come Ndiayè, favorito per giocare terzino destro (ma non è da escludere anche l'ipotesi Buttaro). Ancora out Bove e Calafiori, mentre Cardinali è in prima squadra: tra i pali Zamarion.