La notizia aleggiava da un po', è stata ufficializzata ieri, poco prima delle 19, sul sito ufficiale della Roma: Bruno Conti, fino a ieri responsabile delle scuole calcio affiliate, torna a occuparsi in prima persona del settore giovanile, come ha fatto per tanti anni, fino all'avvicendamento con Massimo Tarantino, con cui la Roma ha interrotto il rapporto un mese fa.

Da allora aveva preso la gestione del vivaio l'ex team manager Manolo Zubiria, coadiuvato da Morgan De Sanctis, entrambi confermati nel comunicato di ieri: l'ex portiere, che è già il più stretto collaboratore del Direttore Sportivo Petrachi, e seguiva da mesi la squadra di De Rossi, ora ha la nomina ufficiale. Seguirà anche le due squadre più vicine per età alla Primavera, ovvero l'Under 18 e l'Under 17: praticamente tutti i ragazzi nati dal 2000 al 2003, quelli in età per diventare professionisti, firmare i primi contratti e cominciare ad allenarsi con la prima squadra, sono sotto la sua gestione diretta.

Se De Sanctis farà il dirigente, nelle squadre che in caso di necessità possono fare ricorso persino al mercato estero, Bruno Conti si occuperà di tutto quello che riguarda le formazioni dall'Under 10 all'Under 16: sarà Direttore Tecnico (stessa carica dell'ex portiere), ma tornerà, di fatto, anche a fare il talent-scout, sfruttando, oltre al fiuto, la conoscenza del territorio e i rapporti con le società dilettantistiche che ai tempi gli avevano permesso di portare a Trigoria i vari De Rossi, Aquilani, Cerci, Florenzi e Pellegrini, fino ai più giovani, Riccardi e Calafiori.

Rapporti che non ha mai abbandonato, come l'abitudine di vedere buona parte delle partite giovanili dei giallorossi, anche quando non aveva più un ruolo operativo. Con tutto che il contesto in cui operare è molto cambiato, da quando la società giallorossa ha aperto la sua scuola calcio, all'Acqua Acetosa: alcuni degli storici club dilettantistici l'hanno percepita come un'indebita invasione di campo. Ma in cambio il vivaio giallorosso ha a disposizione una scelta ancora maggiore. A dirigere il tutto - Conti e De Sanctis inclusi - Manolo Zubiria, Chief Global Sporting Officer.