L'infortunio di Bouah, che si è rotto il legamento crociato per la seconda volta, neppure dieci mesi dopo la prima, ha fatto passare in secondo piano la goleada della Roma nell'esordio del campionato Primavera, il 6-3 al Chievo di lunedì scorso. Anche nella seconda giornata la squadra di Alberto De Rossi concluderà il programma con il posticipo, scendendo in campo alle 15 (diretta tv su SI Solocalcio e Roma Tv) in casa del Torino, che una volta tanto non giocherà al Filadelfia (che servirà alla prima squadra, che sta preparando l'infrasettimanale con il Milan) ma al Centro Sportivo "Castello di Vinovo". Gara ricca di significati: il Torino nelle ultime stagioni ha provato a contendere alla Roma il ruolo di terzo incomodo, alle spalle di Inter e Atalanta, vincendo anche una Coppa Italia, nel 2017-18, dopo aver eliminato in semifinale proprio i giallorossi.

Era il Torino di Federico Coppitelli, due scudetti in 4 stagioni a Trigoria, che però quest'anno è andato ad allenare l'Imolese in serie C, lasciando la panchina all'ex centrocampista granata Marco Sesia, che ha iniziato la stagione perdendo 1-0 sul campo del Napoli, con tutto che in campo c'era anche Iago Falqué, che doveva mettere minuti nelle gambe dopo un lungo infortunio (missione compiuta: è stato convocato per la gara con la Samp). Anche senza il tecnico di Frascati il club granata ha continuato a seguire i giovani giallorossi: in estate, per liberare il ds Petrachi, Cairo si è fatto dare i cartellini di due 2001, il centravanti Bucri e il centrocampista Freddi Greco. Il primo parte dalla panchina, chiuso dal fuoriquota Rauti, uno dei migliori talenti del vivaio granta, il secondo, nazionale italiano U19, è titolare, e per la prima volta ritroverà gli amici con cui ha vinto lo scudetto Allievi nel 2017-18.

Tra questi non ci sarà Silipo, che non è stato convocato, presente invece il 2002 Bamba, tornato in Primavera dopo aver segnato con l'Under 18, nel 2-2 della scorsa settimana in casa dell'Inter. C'è grande curiosità per l'ex Psg Providence, che lunedì scorso ha segnato il primo gol del campionato giallorosso, lasciando il campo nell'intervallo: al suo posto è entrato il 2000 D'Orazio, che ha segnato, e oggi tornerà dal primo minuto. A bersaglio anche Riccardi - due gol, uno ribadendo in rete un rigore parato da Caprile - e il difensore centrale Trasciani, che oggi dovrebbe cambiare compagno di reparto, con Santese che lascerà il posto al polacco Plesnierowicz: sarà il suo debutto in giallorosso, visto che aveva saltato il Chievo per un problema muscolare. In mediana tornerà a disposizione Darboe, che nella prima giornata aveva scontato una squalifica rimediata all'ultima gara della scorsa stagione