Il tecnico della Roma Primavera Alberto De Rossi ha parlato ai microfoni di Roma Tv in vista dell'impegno dei suoi ragazzi contro il Chievo di lunedì. Ecco le sue dichiarazioni sull'approccio che dovrà avere la sua squadra e sulla considerazione che ha dell'avversario:

"Non vediamo l'ora di giocare. Vedere giocare gli altri è peggio. La partita è stata spostata a lunedì, ne prendiamo atto, pazienza".

Sulla sconfitta all'esordio dello scorso anno.
"Speriamo di ridere sopra al risultato dell'esordio dello scorso anno prima della partita e non dopo perché la ricordo veramente come un evento particolare. Non è mai successa una cosa del genere. Ne ho parlato coi ragazzi, siamo caduti un pochino nella troppa sicurezza che a volte c'avvolge. Intanto andiamo in vantaggio tre a zero, ci metterei la firma".

Sull'avversario di lunedì.
"La squadra del Chievo, a parte un paio di elementi ha gli stessi elementi e lunedì saranno tutti a disposizione. Sarà quasi la stessa di qualche mese fa. Un avversario molto temibile, forte, che gioca bene e che è organizzato. Ci vorrà la migliore Roma per partire col piede giusto".

Sulle caratteristiche dei suoi.
"Avevamo preventivato tanti gol nel precampionato perché soprattutto a centrocampo e davanti abbiamo giocatori di grande qualità e spingiamo molto con i terzini creando sempre superiorità numerica; così  i nostri attaccanti si trovano sempre in parità numerica. Basta vincere l'uno contro uno per avere la possibilità di fare gol. Perciò questo è merito un po' di tutti. Dovremo organizzarci bene soprattutto nelle marcature preventive perché di gol non ne abbiamo presi molti, ma in quelle dobbiamo migliorare".