Si ferma dopo 10 vittorie la serie della Roma U17, 1-1 nel derby con la Lazio. Ciaralli recupera Ivkovic, e lo piazza in mediana, con l'altro 2006 Surricchio: Graziani parte un po' più avanti, alle spalle di Misitano, con Marazzotti e Bolzan sulle ali. Joao Costa, sceso dall'Under 18, inizia dalla panchina. Al 21' la prima grande occasione: un filtrante di Graziani mette Bolzan davanti al portiere, il numero 11 perde l'appoggio al momento del tiro, svirgolandolo. Proprio Bolzan, al 25', devia in porta in mischia, sugli sviluppi di un angolo, palla verso l'incrocio, il centravanti biancoceleste Brasili salta di testa e devia sul fondo. Poi nuovo filtrante di Graziani per Marazzotti, diagonale sul fondo, ma l'assistente aveva la bandierina alzata. Al 34' contropiede della Lazio, Mengucci esce fuori area, prova l'intervento con i piedi su Di Nunzio ma arriva in ritardo: era decentrato, vicino al fallo laterale, per cui se la cava con il giallo. La punizione la mette in mezzo Oliva, a centro area di testa Dutu, a lato. Dagli spogliatoi non rientra Surricchio, sostituito dal terzino destro Cavacchioli, con Mannini che torna in mediana. Ha voglia di mettersi in luce il numero 15, che a lungo è stato titolare: prima mette in mezzo un pallone pericoloso dal fondo, che Bolzan devia verso la porta senza metterci la forza necessaria, poi è bravo a rientrare, chiudendo su Di Nunzio. Il numero 10 della Lazio Giubrone prova il destro a giro da posizione angolata, blocca senza problemi Mengucci, molto più difficile la parata di Magro, che devia sulla traversa un colpo di testa di Bolzan. Al 16' Mengucci sbaglia il tempo dell'uscita su un cross su punizione, tiro di Brasili, che Nazzaro devia in rete, ma era oltre la linea dei difensori. Al 27' Milani prova la ripartenza, Ivkovic gli toglie palla e ribalta l'azione, assist per Bolzan, che evita l'uomo e calcia col destro, blocca Magri. Un minuto dopo Bolzan serve Misitano, tiro a botta sicura, gran parata di Magro. Che però poco dopo non fa una gran figura sul gol di Joao Costa: il brasiliano, subentrato a Marazzotti, è bravissimo a lasciare sul posto Milani, ma il suo tiro parte da posizione angolata, e il portiere si lascia sorprendere. L'ingresso di Rossi all'ala sinistra sveglia la Lazio: approfitta subito di un'uscita sbagliata di Mengucci per servire Bigotti, che però non ne approfitta, mancando la porta vuota. Ma poco dopo l'ex attaccante della Liventina si fa trovare pronto a centro area, su cross di Cannatelli, e devia di testa in rete il pallone del pareggio. La Roma, che aveva sprecato tanto nelle prima fase di gara, rischia nel finale: ancora Rossi al cross dal fondo, libera la difesa, l'ultima occasione è una punizione di Oliva, alta sopra la traversa.