Sono rientrati ieri pomeriggio i ragazzi dell'Under 17, oggi torneranno in campo: la Roma non ha chiesto il rinvio della gara delle 15 con la Salernitana, con tutto che cadeva a meno di 48 ore dalla finale di Alkass Cup, persa ai rigori contro i Glasgow Rangers.

Dall'Aspire Zone di Doha, Qatar, al campo Agostino Di Bartolomei, due ore di fuso orario e sei di volo, dopo aver giocato 5 partite - regolamentari, con due tempi da 45' - in dieci giorni. Prendendosi i complimenti di Pallotta, sia dopo la semifinale, vinta ai rigori, contro i padroni di casa dell'Aspire Academy, che dopo la finale persa, sempre ai rigori, dopo un cartellino rosso per parte, il vantaggio di Bamba nel primo tempo, le tante occasioni sbagliate sull'1-0, il pareggio di Dikson al 59', e l'infinita serie di undici rigori per parte, con tanto di portieri al tiro (entrambi a segno) e l'errore di Tripi, primo a calciare due volte, senza riuscire a battere Dubinauckas anche la seconda.

Oggi Filippo Tripi non sarà in campo, come Ciucci, che gli aveva lasciato la fascia di capitano dopo l'espulsione, il portiere Boer, che aveva parato il primo e il quarto rigore degli scozzesi, i terzini Tommasini e Suffer, il centrale di sinistra Buttaro, i centrocampisti Bove, Zalewski e Milanese (utilizzato però spesso come falso nueve), e gli attaccanti esterni Bamba e Cancellieri.

Sono gli undici giocatori più utilizzati al torneo, gli altri nove ci saranno, a partire da Astrologo, 5 presenze con 9' in finale, quando subentrò a Bamba nel primo tempo, e uscì nell'intervallo in lacrime, dopo un durissimo intervento in gamba tesa di McLelland, che aveva fatto temere conseguenze peggiori.

Presenti anche il centravanti Tueto Fotso, due gol - uno su rigore - ma anche varie occasioni sprecate in finale, l'esterno d'attacco Riccardo Ciervo, apparso in grande forma nei tre spezzoni giocati (con un gol, nel recupero del quarto di finale con lo Spartak Mosca), e Agostinelli, scavalcato da Milanese come centravanti di manovra. Presente anche Muteba, che solitamente è titolare, ma in questo torneo ha lasciato minuti a Tomassini e Suffer (tra i migliori).

Le prime volte

Ancora fuori invece l'infortunato Carlucci e lo svedese Persson, che avevano saltato il torneo e non ci saranno neppure oggi, tra i pali tornerà Trovato, che era rimasto a Roma, lasciando la maglia numero 12 a Berti, classe 2003. Con lui ci saranno altri nove ragazzi dell'Under 16, sfruttando la sosta del campionato: Sarno ha già debuttato, Scandurra ed Evangelisti hanno due presenze e un gol, per altri sei è la prima volta sotto età: da Logrieco e Cassano, le stelline della squadra di Parisi, fino a Dicorato, Cantarelli, Nobile e Modugno.