La sconfitta in finale al Memorial Halima Haider è stata solo un episodio: i ragazzi del 2005 lo hanno dimostrato ieri, in quella che doveva essere la partita più difficile del campionato regionale, contro la seconda in classifica. Ovvero la Nuova Tor Tre Teste, proprio la società che aveva organizzato il torneo finito domenica, che ha determinato il posticipo dell'ultima di andata: la società di Via Candiani ha retto un tempo, crollando nella ripresa, 6-0 finale. Quindicesima vittoria in 15 partite: i Giovanissimi Regionali di Rubinacci non hanno trovato rivali in questo campionato.

I gol

Pochi cambi nella formazione iniziale: tutti gli undici titolari erano già al torneo, rispetto a quella lista rientrano Quadraccia, Alessandro Romano, Pellegrino e Vadalà, ma partono dalla panchina. La partita la sblocca il numero 10 Marazzotti, al 17', calciando di destro un cross da destra, la Tor Tre Teste risponde con l'altro numero 10, Pallotta, che va al tiro da fuori, colpendo la traversa. La partita resta equilibrata, Gentile salva la sua porta al 24', negando il raddoppio a Polletta, il gigantesco centravanti Tarantino - che piace alla Juventus, e dicono anche alla Roma - va al tiro col sinistro, blocca Baldari. Poi, al 31', il raddoppio: cross da destra di Marcelli, Bolzan ci mette il piede, il tiro è debole, ma il portiere non è impeccabile, e la palla finisce in rete. Di nuovo Bolzan al tiro, palla nuovamente in rete al 34', l'arbitro annulla per fuorigioco.

La resa

La ripresa si apre senza cambi: nei primissimi minuti la Tor Tre Teste prova a riaprire la partita, con la verve a sinistra di Milia, ma il suo cross non trova deviazioni. Ma il tentativo dura poco: dopo 6' cross da trequarti di Rozzi, colpo di testa di Bolzan e 3-0. Roma pericolosa anche nell'azione successiva, ottima ripartenza in contropiede di Cavacchioli, ma il tiro è sballato. Il poker arriva al quarto d'ora: Graziani vince un contrasto a centro area, e va al tiro, vincente. Poi tocca al neo-entrato Cichella, che dal limite la piazza all'incrocio dei pali, cerca gloria anche Bouah, ma il suo diagonale sfila sul fondo, il terzino Mulè, subentrato a Cavacchioli, va al tiro in area in equilibrio precario, para Gentile. Il sesto lo firma Alessandro Romano, calciando di controbalzo dalla lunetta dell'area una palla allontanata dalla difesa: bel gol per il centrocampista, che al contrario del gemello Raffaele aveva saltato l'Haider, entrato a 12' dalla fine, al posto di Rozzi. Sabato i ragazzi di Rubinacci inizieranno il girone di ritorno ospitando il Tor Sapienza, battuto 5-3 all'andata.