La Roma Under 17 ha battuto i pari età del Genoa 3-1 nella finale scudetto di Ravenna, diventando così campione d'Italia. Le pagelle dei giallorossi:

BALDI 7 Sbaglia un'uscita nel primo tempo, ma è l'unica imperfezione: tre parate, una complicatissima su un colpo di testa da due metri di Cagia

PELLEGRINI 7 Forse la miglior prova stagionale: non sbaglia nulla 

CATENA 7 Un giocatore ritrovato, da seguire con attenzione, con mezzi fisici fuori dal comune. Il gigante bulgaro non era un cliente facile, viene fuori un bel duello ad alta quota

IENCO 6,5 Unico classe 2005 della Roma, non demerita
(1' st) D'ALESSIO L. 7 Si piazza terzino, ma sempre all'attacco: il gol del 3-0 è un premio meritato

MISSORI 7,5 Terzino di spinta con piedi da centrocampista di qualità, mette in mezzo il cross del vantaggio, corre e costruisce
(38' st) VETKAL SV Entra a gara chiusa

PISILLI 6 Ha fisico e piedi, ma ieri non è stata di certo la sua giornata migliore
(12' st) D'ALESSIO F. 6,5 Prestazione di sostanza, quando il Genoa vorrebbe rientrare in gara

FATICANTI 6,5 Lavoro oscuro per il capitano, che lascia agli altri la gloria degli inserimenti e si dedica alla copertura

TOMASELLI 6 Era in crescita, altrimenti non sarebbe partito titolare in una finale, ma stavolta incide poco
(1' st) LIBURDI 7 Cambio che cambia le cose: il gol del 2-0 è un gioiellino, che rivedrà a lungo

FALASCA 8 Un piacere vederlo giocare: sempre all'attacco, anche quando dovrebbe fare il quarto in difesa, sblocca la partita e mette costantemente in apprensione la squadra rossoblù

PADULA 7 Lavora per la squadra, suo l'assist per il gol del 2-0
(30' st) CIUFERRI 6 Entra per tenere palla

CHERUBINI 6,5 Tra quelli sostituiti nell'intervallo era stato il più attivo: un paio di belle giocate che meritavano di più
(1' st) KOFFI 6 Mobile e vivace, anche se non sempre preciso