Quello di Xhaka al momento deve considerarsi l'obiettivo primario del mercato giallorosso in entrata. Tutto il resto si farà, quando e se si farà, in un secondo momento. Compreso l'esterno offensivo Kostic di proprietà dell'Eintracht Francoforte. Il giocatore piace a Tiago Pinto, ma la richiesta del club tedesco è superiore ai venti milioni e se il general manager non concretizzerà qualche cessione, tutto sembra molto difficile. Senza considerare, oltretutto, che nel ruolo in questo momento Mourinho può contare su sette giocatori (El Shaarawy, Mkhitaryan, Pedro, Carles Perez, Under, Kluivert, Zaniolo) e che, quindi, prima di pensare all'arrivo di Kostic c'è bisogno di sfoltire di due se non tre unità il ruolo. Per questa ragione la Roma all'Eintracht avrebbe prospettato la possibilità di inserire uno tra Kluivert e Under per chiudere la trattativa per Kostic. Ma le cessioni continuano a essere un problema. Tiago Pinto ci sta lavorando da mesi, ma sta incontrando grandi difficoltà, figlie legittime della mancanza generale di cash a ogni latitudine. Tra i partenti c'è anche Florenzi, seguito dalla Juventus, dall'Inter e nelle ultime ore pare anche dal Milan. Ma per ora nessuno ha messo mano al portafogli.