L'eliminazione della Primavera con l'Atalanta è stata vendicata con gli interessi, nella semifinale del campionato Under 18, tra le due società che più di tutte lavorano sul settore giovanile, partendo dall'attività di base. Non è molto abituata l'Atalanta a perdere, tantomeno a perdere 6-0, come è successo ieri a Ravenna, in una gara che la Roma ha sbloccato dopo 20', grazie a Felix Afena-Gyan, uno che ha giocato 15 volte in Primavera, e 8 dal primo minuto. Oltre a lui erano in lista sia ieri con Parisi che martedì con De Rossi altri 6 classe 2003 (Rocchetti, titolare in entrambe le gare, Evangelisti, Tahirovic, Volpato, Di Bartolo e Giorcelli) oltre al 2004 Oliveras, mentre Pagano era a Sassuolo, ma in tribuna: l'unica scusante (non da poco) per la figuraccia dell'Atalanta è che i vari Scalvini, Ceresoli, Oliveri, Grassi, Berto, De Nipoti, Hecko, Zuccon e Giovane, tutti classe 2003, sono con Brambilla per preparare la semifinale di stasera con la Sampdoria, invece che con Lorenzi, e i coetanei.

La cronaca

Il primo tiro al 18': è di Pagano, ma viene deviato sul fondo da un compagno, Volpato. Un minuto dopo annullato per fuorigioco il gol del 9 nerazzurro Lozza, un minuto ancora e Cassano controlla di tacco, lanciando Pagano, che va al cross, dalla parte opposta c'è Felix, che controlla col destro e calcia alle spalle di Vismara. Un quarto d'ora dopo Cassano conquista una punizione da posizione angolata e la batte in porta, colpendo il palo, l'azione prosegue, Ludovici mette in mezzo e proprio l'attaccante pugliese di testa raddoppia. Al 10' della ripresa il tris, con un contropiede finalizzato dal preciso sinistro di Volpato, all'angolino basso. Al 19' Volpato riceve da Cassano e serve Felix a centro area, il suo sinistro non impegna Vismara.

Ma un minuto dopo lo stesso ghanese, lanciato in contropiede da Volpato, entra in area, aggira l'uomo e calcia in rete di potenza il 4-0. Il 5-0 lo costruiscono due subentrati: Cassano infila un bel pallone in verticale per Oliveras, che crossa dal fondo, trovando la deviazione ravvicinata di Modugno. Stessi protagonisti al 41': lancio dalla trequarti dello spagnolo, Modugno lascia ribalzare e poi calcia, infilando Vismara. Negli ultimi 8' Gante al posto di Cassano: lancio di Logrieco, Rossati prova ad allontanare, l'ultimo entrato intercetta e calcia col sinistro, colpendo la base del palo interno