Sette vittorie in otto partite, con quattro successi su quattro in campionato. Dall'inizio del 2021 la Roma Femminile a ricominciato a correre e non ha intenzione di fermarsi oggi. Alle 12.30 le giallorosse di Betty Bavagnoli sfidano l'Hellas Verona al Sinergy Stadium nella gara valida per la quindicesima giornata della Serie A (diretta su Sky Sport, Timvison e Roma Tv+). Le gialloblù vengono da quattro sconfitte consecutive e vogliono allontanarsi dalla zona retrocessione ma avranno di fronte una Roma che sta inanellando risultati e che con la vittoria contro l'Empoli ha confermato le sue ritrovate certezze. Come l'importanza di Manuela Giugliano, numero dieci mai così presente nelle dinamiche del gioco romanista, sia in fase di impostazione sia in quella di finalizzazione. Contro le toscane l'ex Milan ha trovato la sua terza rete consecutiva (mai successo), oltre ad essere stata quella con il maggior numero di palloni giocati (90) e possessi guadagnati. Un'altra che sta brillando per continuità è Paloma Lazaro, la prima della rosa a raggiungere quota dieci reti in stagione, otto delle quali in campionato. Le garanzie del 2021 arrivano anche dalla difesa, la seconda meno battuta dopo quella della Juventus con soltanto due reti subite. Visto il momento di forma e la superiorità tecnica rispetto all'avversario, la Roma ha oggi un duplice obiettivo: la quinta vittoria e il quarto clean sheet consecutivi, due risultati mai ottenuti finora nella giovane storia romanista. «Siamo più convinte e unite - ha detto Vanessa Bernauer ai microfoni di Sky Sport - questo fa la differenza adesso. Voglio vincere ogni partita, ora puntiamo al massimo e vediamo dove arriviamo. Contro il Verona non sarà facile ma restando concentrate riusciremo a portare a casa i tre punti». Se la centrocampista svizzera dovesse scendere in campo a Verona, ed è probabile che accada, taglierebbe il traguardo delle 50 presenze in giallorosso.

«Gara dopo gara»
Bavagnoli dovrebbe schierarla a fianco di Giugliano nella mediana del 4-2-3-1, con la linea difensiva composta da Soffia, Swaby, Linari e Bartoli davanti al portiere Ceasar. Certa la presenza di Lazaro da centravanti, mentre l'allenatrice sceglierà se dare una chance a Bonfantini dal 1' sulla trequarti con Andressa e Thomas. Al di là dei moduli, la coach vuole tenere alta la concentrazione: «Dobbiamo rispettare il Verona - ha detto a Roma Tv - è una squadra che non rispecchia la classifica che occupa, quindi noi dobbiamo essere molto brave a non concedere nulla e a fare bene in quelli che nell'ultimo periodo sono stati i nostri punti di forza. Ragioniamo gara dopo gara, senza farci condizionare dai risultati».