Il terzino della Roma Femminile Angelica Soffia ha parlato ai microfoni di Roma Tv all'interno del magazine Women's Weekly. Ecco le sue dichiarazioni. 

"In campo sono sempre molto serena, penso sia un lato del mio carattere che mi aiuta ad essere così il più delle volte. Sono stata capitano lo scorso anno a Verona, un'esperienza unica sia perché avevo una responsabilità in più ma anche perché ho sentito la vicinanza delle compagne, anche quelle più grandi di me.

Ho scelto la Roma perché ho visto un trampolino di lancio; dai primi giorni che ho passato qui ho visto con quanta organizzazione hanno deciso di iniziare questo cammino. Mi è sembrata una società seria che potesse aiutarmi a crescere. Dopo la sosta siamo partite molto bene. La partita di Coppa Italia è stata impegnativa perché la Fiorentina è una squadra importante. Il pareggio è stato buono ma potevamo evitare di prendere quel gol in casa. Contro il Chievo invece abbiamo dimostrato di essere non solo una squadra ma un gruppo, composto non solo dalle giocatrici che giocano più spesso ma anche da quelle che siedono in panchina o in tribuna. Al momento siamo molto più consapevoli delle nostre capacità e della nostra forza, all'inizio non eravamo così coese. Penso che ora questa nostra si veda dalle prestazioni.

L'Atalanta Mozzanica è una squadra ostica, è una squadra aggressiva. Hanno cambiato qualche elemento rispetto all'andata, dobbiamo rimanere concentrate e unite anche per questa partita. Già da qualche anno sono entrate le squadre professionistiche e il campionato ha fatto un gran salto di qualità. Me ne accorgo quando giochiamo partite internazionali: il gap tra noi e squadre come Francia o Spagna si sta riducendo sempre di più. I miei obiettivi per il finale di stagione sono puntare a qualcosa di importante con la Roma, un trofeo, e di arrivare tra le prime quattro nelle fasi finali degli Europei U19, che vorrebbe dire qualificarsi ai Mondiali di categoria".