Alessandro Spugna, allenatore della Roma Femminile, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo il derby vinto 3-2:

Spugna in Mixed Zone

Troppa sofferenza?
"Sì, queste partite sofferenza te la devono portare. Sapevamo che dovevamo giocare una partita con spazi chiusi da parte loro, dovevamo gestire meglio soprattutto il primo tempo in cui abbiamo avuto tanta fretta ed eravamo scollegate, forse una questione a livello di testa. Forse sentivamo la gara più del dovuto e quindi abbiamo avuto difficoltà. Alla fine siamo riuscite a portarla a casa, non era facile. Bisogna fare i complimenti alla Lazio".

Complimenti per la gestione della squadra.
"Oggi il calcio ti porta a poter fare 5 cambi e chi entra deve fare la differenza. Bisogna avere delle calciatrici in grado di cambiare il corso della gara. Oggi chi è entrata ha fatto davvero bene, è postiva come cosa anche per il proseguo".

Oggi vittoria nel Derby, secondo posto e qualcosa da imparare in vista del girone di ritorno.
"Sì, credo che in questo campionato non ci siano partite semplici. Adesso siamo seconde, ma le partite difficili non saranno soltanto gli scontri diretti ma anche quelle contro chi lotta per la salvezza".

Bartoli?
"Era un leone in gabbia in panchina, ma è tornata a disposizione questa mattina. Elisa è stata brava perché rientrare dopo 21 giorni di positività non è semplice in una partita come questa. Ci teneva tantissimo e devo farle i complimenti per la grande partita".

Il pubblico?
"Mi sento di ringraziarlo, è stato bellissimo vedere la coreografia a inizio gara e ci hanno sostenute per tutta la gara. Lo sapevamo, abbiamo semore sentito il calore ma oggi lo abbiamo sentito da vicino".

Spugna a Roma Tv+

La gara?
"Non abbiamo iniziato in maniera serena. Ci sta, era una partita  particolare. In queste partite i punti in classifica non fanno la differenza, però l'abbiamo portata a casa".

Oggi è stata scritta la storia della Roma.
"Sì, siamo tutti felici. Questo è merito del club che ha allestito questa squadra, quindi oggi ci togliamo questa soddisfazione di mettere questo granello di sabbia in questa storia, era il primo Derby e rimarrà. Non è stato giocato benissimo e di questo non sono contento, ma queste sono partite particolare in cui a volte bisogna strapparle in questo modo. Va bene così".

Secondo posto e vittoria sotto gli occhi di un pubblico fantastico.
"Sì, la cornice era bellissima. Essere al secondo posto alla fine del girone d'andata è un ottimo risultato, qualche punto per strada lo abbiamo lasciato ma nelle ultime due partite ce li siamo ripresi".