Paulo Fonseca ha incontrato i giornalisti in conferenza stampa per presentare Parma-Roma. L'incontro con la stampa non si tiene a Trigoria perché la squadra è già nella città emiliana e il tecnico parlerà dall'albergo dove alloggia la squadra. Ecco le sue dichiarazioni:

Meno di tre giorni per recuperare, questo inciderà sulle sue scelte?
"È vero che abbiamo fatto tante partite ma io non cambierò molto per la gara con il Parma. Quando la squadra sta bene non abbiamo bisogno di cambiare molto. Non penso di cambiare molto".

Che umore ha la squadra dopo la sconfitta di giovedì?
"Hanno capito di aver perso e la squadra deve sentire di dover cambiare nelle prossime partite. Ma la squadra ha fiducia e abbiamo fatto una buona partita. La squadra ha fiducia".

Domani affrontiamo una squadra brava in contropiede, c'è un tipo di squadra che può mettere più in difficoltà la Roma?
"Sono tutte difficile. Questa squadra è molto forte in contropiede, le azioni di Gervinho sono molto pericolose. Penso che domani sarà difficile".

Lei si aspettava una reazione così forte da parte del gruppo in un momento di difficoltà?
"Sì, la squadra sta bene. Abbiamo fatto buone partite e mi aspettavo che la squadra potesse giocare bene in questa fase. La squadra ha fiducia e ha un grande senso del collettivo. Questo per me è importante".

Con il ritorno di Diawara in che ruolo giocherà Mancini?
"Come dico sempre, io penso solo alla prossima partita. Mancini giocherà a centrocampo perché Diawara non ha ancora i novanta minuti".

Spinazzola come sta?
"È pronto".

La Roma ha perso solo due partite contro due squadre che inizialmente si sono messe con la difesa a 3, c'è una difficolta nell'affrontare questo tipo di squadre?
"No, penso che la nostra squadra non ha nessuna difficoltà contro le difese a 3. Per me è una coincidenza".

La Roma subito tanti torti arbitrali, questo rischia di demotivare i calciatori?
"No, per me non hanno scuse. Dobbiamo capire che possiamo controllare solo quello che possiamo fare in campo, le altre cose non le possiamo controllare. La squadra deve capire che dobbiamo giocare sempre con grande ambizioni. Le altre cose non possiamo controllarle".

Florenzi può giocare domani?
"Ha sempre la possibilità di giocare perché lavora sempre bene, sta sempre pronto per aiutare la squadra. Questo per me è importante, sentirlo sempre pronto per la squadra. Sta lavorando bene ed è sempre un'opzione".

La chiamata in Nazionale può dare fiducia a Florenzi?
"Non ho parlato con lui di questa convocazione".

Nell'ultima partita non avete sfruttato a alcune situazioni in contropiede, state lavorando su questo?
"Non abbiamo avuto molto tempo per lavorare. Nell'ultima partita il Borussia non è stato molto pericoloso. Io penso che la squadra sta bene in tutti i momenti difensivi, la vedo sicura. È chiaro che possiamo sempre imparare, ma la squadra sta bene".