Tutto in un giorno. Nella mattinata di sabato lo sbarco a Roma del brasiliano Roger Ibanez (oggi le visite mediche). Nel pomeriggio di ieri l'ufficialità, o quasi, degli acquisti di Carlos Perez dal Barcellona e Gonzalo Villar dall'Elche via Valencia. Tre ragazzi del 1998 in una tripla operazione che pensa al futuro ma che vuole essere importante anche per il presente. Tre prospetti che saranno a disposizione di Fonseca nella seconda parte della stagione per inseguire gli obiettivi rimasti, la qualificazione alla prossima Champions League e fare più strada possibile in Europa League sognando la finale che si giocherà a Danzica.

Carlos Perez

Il grave infortunio di Nicolò Zaniolo e le ripetute sollecitazioni di Fonseca, hanno costretto a il ds Gianluca Petrachi a percorrere vie del mercato che fino a quel momento non erano state prese in considerazione. Era riuscito in tempi lampo a chiudere uno scambio con l'Inter, Politano a Trigoria, Spinazzola ad Appiano Gentile, poi il club nerazzurro ha pensato bene di cambiare le carte in tavola e non se ne è fatto più nulla.

E allora l'affare si è complicato, con tutta una serie di nomi che via via sono stati smentiti dai fatti. Anche perché il direttore sportivo giallorosso aveva preso di mira Carlos Perez, radici nella cantera del Barcellona, under 21 spagnolo, già una certa frequentazione con la prima squadra, un gol in Champions all'Inter, qualità tecniche fuori discussione. Petrachi, una volta preso atto che il Barcellona era disponibile alla cessione, ha pressato il ragazzo per convincerlo che la Roma per lui sarebbe stata la squadra giusta per farsi rimpiangere dal Camp Nou.

Operazione riuscita. Il ragazzo arriverà in prestito (pare gratuito) con un obbligo di riscatto fissato a tredici milioni. E, cosa importante, almeno a dar retta alle dichiarazioni di ieri di Petrachi nel prepartita, non ci sarà nessun diritto di riacquisto da parte del club catalano, perché «la Roma non è succursale di nessuno». Meglio così. Perez firmerà un contratto con scadenza trenta giugno 2024, ingaggio a salire da un milione.

Gonzalo Villar

Il Valencia ha detto no. Nel senso che ha rinunciato al diritto di prelazione che aveva sul cartellino di Gonzalo Villar, centrocampista tendente al mediano, under 21 iberico pure lui, in questa stagione titolare nell'Elche. E allora la Roma ha chiuso l'acquisto del giocatore con la formula del prestito più un obbligo di riscatto fissato intorno ai quattro milioni più uno di bonus. Sia lui che Perez arriveranno nei prossimi giorni a Roma e potranno essere a disposizione di Fonseca già per la partita contro il Sassuolo. Non è da escludere, comunque, che possa arrivare anche un altro centrocampista soprattutto se Diawara dovrà fermarsi per due-tre mesi.

Roger Ibanez

Dopo un tira e molla durato giorni, ieri mattina è sbarcato a Fiumicino, il centrale difensivo Roger Ibanez, acquistato dall'Atalanta con la formula del prestito per diciotto mesi, un obbligo di riscatto a otto milioni più un altro paio legati al numero delle presenze. Con il suo arrivo è più che probabile l'addio di Juan Jesus che già oggi potrebbe andare alla Fiorentina.