le trattative

Mercato: Tottenham insaziabile, vuole Zaniolo ma c'è lo stop di Mourinho

Nonostante i tanti, grandi attaccanti in rosa, gli Spurs hanno fatto un nuovo tentativo, subito bloccato dallo Special One, per il numero 22

Zaniolo con la maglia della Roma nell'amichevole col Tottenham

Zaniolo con la maglia della Roma nell'amichevole col Tottenham (GETTY IMAGES)

02 Agosto 2022 - 09:00

Il Tottenham (ri)vuole Zaniolo. C’era da aspettarselo. È stata sufficiente l’amichevole giocata dalla Roma in Israele contro la squadra londinese, perché rispuntasse l’interesse per il ventidue romanista, giocatore che piace (te credo) da sempre al ds Paratici che dopo gli anni della Juventus, da un paio di stagioni sta provando a costruire un Tottenham in grado di tornare a vincere.

Ci sta, come in effetti è successo, che il club inglese abbia chiesto alla Roma cosa intenda fare a proposito del futuro di Nicolò. La risposta è stata quella di sempre: ci vogliono sessanta milioni di euro e forse non bastano perché Mourinho è intenzionato a tenersi il giocatore in una Roma che sta modellando a sua immagine e somiglianza, cioè per (ri)vincere. Se poi uno va a vedere il reparto offensivo degli Spurs legge Keane, Son, Perisic, Kulusewski, Lucas Moura, Richarlison appena acquistato dall’Everton per una sessantina di milioni. E allora uno si domanda: ma a Conte gli serve, con tutto il rispetto per Nicolò, pure Zaniolo? Dove lo mettono? È vero che i club inglesi possono contare su budget di spesa figli di diritti televisivi che da queste parti ce li sogniamo, ma quando è troppo è troppo. Questo non toglie che un sondaggio per il giocatore gli inglesi lo abbiano fatto, ma al momento non sembra il caso di far scattare l’allarme, anche se la questione cessioni in casa Roma continua a rimanere al palo.

Ma non è quella di Zaniolo che Pinto sta cercando. Ha parecchi altri giocatori in lista di partenza e, tra un Wijnaldum e l’altro, il dirigente portoghese ci sta lavorando da settimane. Da ieri, peraltro, ci sono altri due giocatori certificati come esuberi. Oltre a Diawara e Villar, da ieri hanno cominciato ad allenarsi a parte anche Kluivert e Calafiori, entrambi destinati a salutare Trigoria. Per l’olandese l’addio dovrebbe essere imminente. Lo vogliono Fulham e Nizza (dove ha giocato in prestito nella passata stagione). La Roma, per quello che sappiamo, lo vorrebbe dare al club inglese che è pronto ad acquistarlo in maniera definitiva a una cifra superiore rispetto a quella offerta dal club francese che, peraltro, nel momento del diritto di riscatto del giocatore a quattordici milioni e mezzo disse di ritenere esagerata la cifra.

Pronto a fare le valigie c’è anche Calafiori. Il ragazzo era stato richiesto dalla Cremonese, affare che si è stoppato. Per l’esterno difensivo, però, nei giorni scorsi sono tornate a farsi vive due squadre di B con ambizione di promozione, come Cagliari e Genoa dove il ragazzo, con poca fortuna, ha già giocato. Per Villar continua il pressing della Sampdoria che è pronta a prenderlo in prestito con un diritto di riscatto, ma pure qui Pinto alla controparte ha fatto capire di essere disposto a darlo solo con la (quasi) garanzia della cessione, ovvero un diritto di riscatto che si trasformi in obbligo a condizioni accettabili. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA