Soltanto un po' di stordimento per Roger Ibanez. Il brasiliano è stato colpito due volte alla testa (una dal compagno Kumbulla, l'altra da un avversario) durante la gara di ieri, uscendo dal campo per qualche minuto già nel primo tempo, prima di riprovarci - in palese difficoltà - e restare negli spogliatoi dopo l'intervallo. Scampato il rischio di uno stop, riprenderà regolarmente il lavoro in vista di Roma-Napoli con i compagni nel pomeriggio di oggi, dopo il rientro della squadra nella Capitale, previsto per le 13. Consueta divisione in due gruppi: lavoro di scarico per chi ha giocato più di un tempo, abituale per tutti gli altri, fra i quali ci saranno molti dei papabili titolari nella sfida in programma domenica sera all'Olimpico.

Diversi i cambi rispetto al match di coppa, con qualche indicazione arrivata già ieri, fra giocatori tenuti in panchina e altri subentrati soltanto nella ripresa. Riprenderà il suo posto fra i tre centrali di difesa Mancini, che potrebbe essere supportato anche dal ritorno di Smalling, se l'inglese dovesse allenarsi in gruppo già oggi. Tornerà titolare anche Pellegrini, probabilmente fra i due alle spalle della punta, che dovrebbe essere Dzeko. El Shaarawy favorito per l'altra maglia. Intanto sono state rese note le designazioni arbitrali per la prossima giornata. Le strade della Roma e di Marco Di Bello tornano a incrociarsi a una settimana di distanza: a Parma era addetto alla Var, all'Olimpico sarà lui a dirigere il match con il Napoli (questa volta in sala video ci sarà Di Paolo), proprio come all'andata. Peraltro quello non è l'unico precedente negativo con l'arbitro brindisino: altro ko a Bergamo e due pareggi con Juventus e Inter in questa stagione. L'ultimo successo risale a oltre un anno fa, nell'ultima gara a porte aperte, a Cagliari, il 1° marzo 2020.