Si sono svolti oggi i funerali di Suor Bertilla, presso l'istituto Mater Gratie. Presenti il dirigente romanista Tempestilli, l'ex capitano Giannini e l'ex dirigente Cenci.  Suor Maria Bertilla Cafagna, per tantissimi anni impegnata nel sociale, si era spenta nella notte di sabato. Nota la sua passione per lo sport, visto come grande veicoli di aggregazione e condivisione di ideali, fu tra le prime a pregare, in compagnia dell'allora Presidente Franco Sensi, nella cappella costruita nel centro d'allenamento della Roma a Trigoria. La sua passione per i colori giallorossi è sempre stata viva, tanto che molti giocatori sono stati legati a lei da vero affetto. Nella sua stanza ognuno aveva il suo posto attraverso foto, palloni, autografi, e lo ha sempre raccontato alle migliaia di persone che sono andate a trovarla per un conforto con allegria.  Non è mai mancata ad una partita della Roma Pallanuoto, sia maschile che femminile, e della pallavolo femminile non si è persa una trasferta fino ad arrivare ad assistere la vittoria della Gierre Roma in Coppa CEV. E' stata la madrina del torneo di calcio giovanile dedicato a Karol Wojtyla e, per la sua passione giallorossa, è stata nominata Cavaliere della Roma. Suor Bertilla era così: devota, umile e sempre in ascolto con i giovani ed i più deboli.