"Nel 2004 Totti era stato venduto al Chelsea". Questo quanto raccontato da Antonio Cassano ieri sera in una diretta su Twitch insieme a Bobo Vieri, Lele Adani e Nicola Ventola. Il talento barese ha parlato anche dei motivi del suo addio alla maglia giallorossa e ha detto la sua sul lavoro di Fonseca. 

Su Baldini e Totti al Chelsea e sul suo addio alla Roma.
"Ero affezionato e sono affezionato alla Roma, sarei rimasto per tutta la carriera. Nel 2004 torno dopo un grandissimo Europeo. Totti aveva sbagliato, sputando a Poulsen. C'era ancora Baldini dentro e Totti era stato venduto al Chelsea. Io dovevo essere il futuro della Roma, venivo da un campionato clamoroso, avevo 22 anni e il mondo ai miei piedi. Ovviamente Totti lo viene a sapere, se la lega al dito e poi dopo 4-5 mesi sono nati problemi. Io me ne sono andato per il rinnovo, perché mi hanno promesso una determinata situazione e poi si erano rimangiati la parola".

Su Fonseca e la sua Roma.
"Credo sia un visionario del calcio. Ha delle visioni, vede cose che altri non vedono. Sta facendo cose stupende, per carità con una buona squadra. Nessuno credeva in Mkhitaryan, hanno preso Pedro e riportato Karsdorp. Villar? Nessuno lo considera ma è un grandissimo ragazzo. Delle ultime partite che sta facendo questo ragazzo non ne parla nessuno. Villar e Bentancur ad esempio hanno la stessa idea di calcio ma non gli danno credibilità".