Anche stavolta le nazionali lasciano il segno sulla Roma. Al rientro dal periodo trascorso con la selezione guineana, Amadou Diawara è risultato positivo al Covid. Ad annunciarlo è stato lo stesso centrocampista con un post su Instagram: «Ciao a tutti - ha scritto il numero 42 - stamattina ho effettuato il tampone di rientro dalla nazionale, purtroppo sono risultato positivo al Covid-19.

Voglio rassicurare tutte le persone che mi conoscono, per fortuna mi sento bene, ma come ovvio dovrò rispettare il periodo di quarantena. Spero di poter tornare a disposizione del mister prima possibile». Diawara aveva regolarmente risposto alla convocazione della Guinea e dopo qualche giorno in nazionale si era sottoposto a un primo tampone, che ne aveva certificato la negatività. Ma a un certo punto fra i suoi compagni sono spuntati cinque positivi, fra i quali Naby Keita del Liverpool. Un numero sufficiente a procurare la massima allerta e indurre la federazione guineana a sciogliere anticipatamente il ritiro dopo la gara vinta contro Capo Verde. La stessa amichevole con il Gambia, in programma oggi, è stata annullata per permettere il rientro anticipato dei giocatori nei rispettivi club. Al suo ritorno a Roma, Diawara si è sottoposto al tampone in modalità drive in presso il Campus Biomedico, che ne ha certificato la positività.

Ben prima di conoscere l'esito degli esami a cui si è sottoposto il suo mediano, la Roma aveva fissato per ieri i tamponi per tutta la squadra e lo staff tecnico. Una misura che si è resa necessaria per la situazione generale in cui sembra ripiombato il Paese, alla quale non sfugge nemmeno il calcio, che negli ultimi giorni ha dovuto fare i conti con una serie di gare rinviate, dopo i clamorosi casi che hanno coinvolto il Genoa e poi mezza Serie A. In casa Roma la fine della scorsa settimana ha lasciato in eredità tre ragazzi delle giovanili positivi al Covid, uno dei quali nella Primavera che venerdì scorso ha affrontato la prima squadra in una partitella in famiglia sui campi del "Bernardini". Dopo quell'ultimo allenamento a ranghi ridotti, Fonseca ha ordinato lo sciogliete le righe, lasciando il weekend libero. Così il ritorno a Trigoria ieri è stato contrassegnato dai tamponi (sempre in modalità drive in), ai quali si sono sottoposti anche i ragazzi delle under. Il resto delle squadra è risultato negativo e riprenderà a lavorare nel centro sportivo: la seduta è fissata alle 11 di questa mattina. Gli esami saranno ripetuti a 48 ore dalla sfida col Benevento, quando coinvolgeranno anche i giocatori rientranti dalle rispettive nazionali. Intanto le parole d'ordine a Trigoria sono cautela e attenzione. Ai massimi livelli.