Presso il Circolo Canottieri Aniene si svolge la cerimonia annuale tenuta dall'Ussi (Unione Stampa Sportiva Italiana). Eusebio Di Francesco, Cengiz Ünder e il direttore sportivo Monchi riceveranno un riconoscimento per la stagione che si è appena conclusa. Nella mattinata, il tecnico giallorosso aveva ricevuto il Premio Bearzot al Coni. 

16:35 - Eusebio Di Francesco riceve il premio Arancio Ussiroma. Il tecnico abruzzese ha rilasciato alcune brevi dichiarazioni durante la premiazione: "Assolutamente non avrei firmato per una stagione così, perché io cerco sempre di guardare avanti. Se si sceglie un'avventura lo si fa nel migliore dei modi, cercando di dare il meglio di se stessi e di portare avanti il proprio pensiero. Sono felice di questi complimenti, legati più ai valori dello sport che all'ambiente sportivo, valori che dovrebbero essere alla base dello sport e specialmente di questo ambiente (giornalismo, ndr). Tanti premi oggi? Come dico sempre alla squadra: non è tanto la quantità, ma la qualità. La qualità ti fa vincere le partite. Detto, questo, sono felicissimo di ricevere questo premio, che fa riferimento allo sport in generale e non solamente al calcio. Rinforzi? Noi adesso facciamo tutti quanti tante chiacchiere, perché bisogna raccontare un qualcosa. Ma sono i fatti quelli che contano, e molte volte quest'anno abbiamo dimostrato con i fatti il nostro valore, mentre altre volte dovevamo cercare di fare qualcosina in più. Molto importante mantenere questa positività che si è creata all'interno della squadra e intorno alla squadra. Sta a noi cercare di mantenerla intatta, soprattutto per i tifosi. Un giocatore che vorrei avere? Ünder,  magari migliorato e ancora più forte. A parte le battute, credo che più che andare a cercare in giro bisogna cercare di mantenere i propri giocatori forti, cercare di migliorarli e di fargli sentire ancora di più quel senso di appartenenza verso la Roma, verso questa città e la passione che c'è. Alisson? Ha parlato prima lui (Monchi, ndr). Avere la seconda difesa migliore del campionato è la dimostrazione che il lavoro paga. E sono molto contento per questo dato. Dobbiamo migliorare la capacità realizzativa della squadra, perché secondo me siamo andati un po' al di sotto di quello che potevamo fare in quanto a gol fatti. Questo in campionato, perché in Champions abbiamo fatto anche troppo (ride, ndr). Rinnovo? Non è un problema, ho un altro anno e sono qui per rispettare da professionista il mio impegno. Dico sempre che quando le cose vanno bene si cercano subito nuovi accordi per qualcosa in più, quando vanno male nessuno vuole prendersi le proprie responsabilità. Per quello io non sono qui a chiedere qualcosa, voglio portare avanti il mio lavoro con grande professionalità. Nainggolan? Io non sono il ct Martinez, non sono qui a fare titoli. Dico solo che non l'ha convocato, ha scelto così, mi dispiace per il ragazzo, anche perché per noi è un calciatore importante. Il Belgio ha scelto così. Mi dispiace per Radja. Io non vivo il contesto e quindi non posso giudicare le scelte fatte da un altro tecnico". 

16:35 - Baldissoni sul contratto di Di Francesco: "Questo non è un tema di contratto, è un tema di lavoro quotidiano, è evidente che parliamo, le parole sono gratis e non costano niente, sono i fatti e il lavoro quotidiano che testimoniano la possibilità di far durare un rapporto professionale come quello che abbiamo. Non abbiamo alcun motivo di pensare diversamente. Vogliamo continuare il percorso di quest'anno, che tra l'altro è il primo. Quindi è evidente che ci aspettiamo che il prossimo anno ci sia qualcosa ancora meglio, parlando in maniera reciproca. Quando si lavora in questi contesti si ha successo se si lavora insieme e se ognuno si mette in condizione di favorire l'altro, l'allenatore e la squadra. Ci sarà tempo per parlare e nessun motivo per preoccuparsi".

16:10 - Cengiz Ünder riceve il Premio Limone Ussiroma. Il talento turco è stato uno dei grandi protagonisti della Roma da gennaio in poi, combinando gol, assist e giocate di grandissima qualità. "Sono molto felice di ricevere questo premio nel mio primo anno a Roma e l'anno prossimo voglio migliorare, ho ancora molto da fare qui. La fiducia del tecnico? Da gennaio in poi il mister mi ha dato tanta fiducia, e sono arrivati anche i gol, ma spero soprattutto di aver ripagato quella fiducia che il mister ha riposto in me" - queste le parole dell'attaccante giallorosso. 

15:50 - Monchi riceve il premio Ussi come Miglior Dirigente. Il direttore sportivo giallorosso ha dichiarato: "Questo è il primo premio che ricevo qui a Roma e sicuramente sarà un bellissimo ricordo della mia carriera. Tutti noi a Trigoria dobbiamo dare di più, lavorare per arrivare fino ai traguardi che i tifosi vogliono. Dzeko via? No, l'anno prossimo farà una stagione vicina a quella di quest'anno. Tutti noi lo vogliamo qui. Alisson? Lui va via solo se io torno a fare il portiere. Questa è l'unica possibilità, ma non so se sono pronto. Con Florenzi adesso ci incontreremo. Abbiamo detto che ci saremmo visti a fine campionato. Con il mister, che sa cosa penso di lui, parleremo molto. Ho avuto la fortuna di averlo con me quest'anno e avremo tanto tempo per lavorare insieme".

15:40 - Altre immagini che giungono dal Circolo Canottieri Aniene, durante la cerimonia tenuta dall'Ussi.

15:20 - Presente anche Malagò, Presidente del Coni, che ha preso la parola per introdurre la cerimonia di premiazione.

15:15 - I giallorossi sono pronti per la premiazione. Presenti Monchi, Baldissoni, Di Francesco e Ünder.

15:10 - Cengiz Ünder è arrivato al Circolo Canottieri Aniene.

15:00 - Sta per iniziare il cerimoniale di premiazione. Il direttore sportivo Monchi è arrivato, si attendono l'allenatore e il calciatore turco.