Adesso è ufficiale, la Roma ha un nuovo proprietario: si tratta di Dan Friedkin. Il magnate texano era già stato nei mesi scorsi vicino all'acquisto del club ma lo scoppio della pandemia aveva frenato l'operazione. Nella notte invece è arrivata la firma sul preliminare che annuncia il passaggio di mano entro il 31 agosto per circa 591 milioni di dollari. Nella sua nuova avventura in giallorosso sarà accompagnato dal figlio Ryan. Scopriamo meglio i nuovi proprietari del club giallorosso.

«Il gruppo Friedkin è un consorzio privato di imprese e investimenti guidato dall'esperienza, dalla competenza e dalle passioni del presidente e Ceo, Dan Friedkin». È questa la presentazione sul sito ufficiale del gruppo. Nato nel 1957 per ispirazione e volontà di Thomas Friedkin, scomparso nel 2017, e oggi amministrato dal figlio Dan. Ovvero l'uomo che vanta un patrimonio personale di 4,1 miliardi di euro, che gli permette di occupare la 187ª posizione nella classifica stilata ogni anno dalla rivista Forbes degli uomini più ricchi degli Stati Uniti. Da una delle più grandi reti di distributori indipendenti al mondo di Toyota, a una collezione di resort di lusso pluripremiati, «le diverse aziende affiliate a The Friedkin Group sono accomunate da una missione comune: fornire la migliore customer experience in ciascuna classe di appartenenza».

Il gruppo trae il core business delle proprie attività nel settore automobilistico, con la controllata Gulf States Toyota, uno dei maggiori distributori indipendenti al mondo di veicoli e ricambi Toyota, che dal 1969 distribuisce le vetture del marchio giapponese in esclusiva in Texas, Oklahoma, Louisiana , Mississippie Arkansas, e ad oggi può contare su oltre 150 concessionari sparsi sul territorio nord americano. Il gruppo comprende anche Imperative Entertainment, un innovativo studio di produzione cinematografica situato a Santa Monica, in California (nello stato natio di Dan), che sviluppa, produce e finanzia l'intrattenimento, concentrandosi su film, programmi televisivi e documentari. Dal 2018 detiene il pacchetto di maggioranza di Neon, una delle più ambite società di marketing e distribuzione cinematografica indipendente.

Nel settore del tempo libero, il portafoglio del Gruppo Friedkin comprende l'Auberge Resorts Collection, che opera negli Stati Uniti, Europa, Messico, Costa Rica, Caraibi e Isole Fiji; il Diamond Creek Golf Club di Banner Elk, Congaree in Ridgeland, progettato dal famoso architetto Tom Fazio. Legendary Expeditions offre invece safari di lusso al top della gamma in zone remote e incontaminate della Tanzania. Il Gruppo vanta poi una serie di interessi nel settore dell'aviazione, dai servizi di pilotaggio aeronautico a quelli di manutenzione e supporto; allo storico Horsemen Flight Team, l'unico team acrobatico di formazione acrobatica di P-51 Mustang al mondo. Oltre agli interessi utilitaristici, il gruppo svolge attività di tipo filantropico soprattutto in Texas. La Fondazione Friedkin Disaster Relief ha distribuito quasi due milioni di dollari alle vittime dell'uragano Harvey, che ha colpito proprio la città di Houston.