Al termine del pareggio per 2-2 tra Roma e Inter, il fantasista giallorosso Mkhitaryan ha parlato ai microfoni di Roma Tv. Queste le sue parole.

Mkhitaryan a Roma Tv

"Veramente un peccato perché abbiamo veramente giocato bene, specialmente nel primo tempo. Anche nella ripresa abbiamo avuto il controllo della palla, abbiamo controlato la partita, difensivamente e offensivamente. Abbiamo avuto qualche situazione per segnare, siamo andati anche in vantaggio, ma all'ultimo momento abbiamo perso la concentrazione e abbiamo preso gol".

Test superato?
"Si gia da cinque partite giochiamo con questo modulo, stiamo facendo bene ma c'è spazio per mgiliorare. Facciamo quello che ci chiede il mister, siamo sulla strada giusta, sono fiducioso che nelle prossime partite faremo meglio".

State meglio fiscamente?
"Già ne ho parlato a Napoli, ho detto che in ogni partita faremo meglio fisicamente, anche il modo di giocare. Penso che oggi siamo stati meglio fisicamente, i giocatori si sentono meglio sul campo e questo può portare a un risultato positivo per la squadra".

Questa prestazione vi dà coraggio per conquistare l'Europa?
"Penso di si, se parliamo dell'Europa League ci saranno ancora quattro partite prima del Siviglia e credo che possiamo migliorare e fare ancora meglio nelle partite che mancano. Non è facile ma faremo di tutto, anche oggi volevamo vincere la partita per aumentare la fiducia ma abbiamo pareggiato. Non succede niente, dobbiamo avere la testa alta".

Vi state convincendo sempre di più di questo modulo?
"Stiamo bene mentalmente perché prima di oggi avevamo vinto tre partite. Anche questa partita dà fiducia per la prossima contro la Spal. Offensivamente giochiamo come prima del virus, è cambiata la fase difensiva: ora giochiamo a 5 dietro, copriamo di più e siamo più attenti".

Mkhitaryan a Sky Sport

Ci racconti il tuo gol?
"Per prima cosa ho passato la palla a Edin perché lui segnasse il gol. Alla fine l'ho rubata e ho segnato io, mi dispiace ma l'importante era vincere la partita ed era una situazione in cui tutti volevamo segnare quel gol".

Quarta vittoria sfiorata. Potete ambire a qualcosa in più in Europa League?
"Faremo tutto il possibile. Sappiamo l'importanza della partita contro il Siviglia, non sarà facile. Dobbiamo giocare ancora quattro partite in Serie A e arrivare ben preparati all'Europa League. Sarebbe stato meglio vincere stasera ma abbiamo pareggiato e non succede niente, dobbiamo tenere la testa alta e continuare così".

Come ti trovi in questo ruolo?
"L'unica cosa che è cambiata è il modo di difendere, il resto è  uguale offensivamente. Per me non è difficile cercare gli spazi liberi, dobbiamo solo imparare, studiare di più e andare avanti".

Non si è vista in campo la differenza di classifica con l'Inter. Cosa manca alla Roma per colmare il gap?
"Abbiamo perso tanti punti che non avremmo dovuto perdere. Ci sono state partite in cui non siamo stati bene mentalmente e abbiamo mollato tanto, ma penso che ora dopo queste quattro partite, dopo Napoli abbiamo trovato un buon modulo che ci porta dei risultati per giocare bene. Giochiamo con cinque dietro, è più facile difendere e abbiamo più spazio a centrocampo e avanti".

Resti alla Roma?
"Spero di sì. Abbiamo siglato un accordo per l'anno prossimo. Però per prima cosa dobbiamo pensare a finire questa stagione e poi guardare la prossima".