Paulo Fonseca ha rilasciato alcune dichiarazioni al programma televisivo Great Football soffermandosi sul momento della Roma e del calcio europeo durante il Coronavirus.

Qual è il momento più bello della sua avventura in Ucraina?
"Ho trascorso tre anni fantastici qui. Il club è tornato vincere in campionato, il primo che abbiamo vinto è stato il più bello. Ho tanti ricordi dello Shakhtar. Ho provato tante emozioni e non solo quando ho vinto i trofei. Però devo ammettere che i primi titoli sono stati più belli degli altri".

Le piacerebbe incontrare lo Shakhtar in Europa?
"No, non vorrei. Solo in finale (ride, ndc). Mi piacerebbe incontrare i miei ex giocatori, i dirigenti e i dipendenti del club. Se fosse in finale, sarei felice. Sarebbe fantastico".

Quale è la situazione di Mkhitaryan?
"L'ho già detto in passato e lo confermo: voglio che Mkhitaryan rimanga. Anche lui vuole restare. Tuttavia, dovrebbe essere chiaro che ora tutto è in pausa e dovremo parlare con l'Arsenal. Voglio continuare a lavorare con lui. È un grande giocatore e un grande uomo".

Siete interessati a qualche calciatore dello Shakhtar?
"Vedremo cosa succederà. In realtà non abbiamo bisogno di un gran numero di giocatori, anche perché possiamo fare affidamento su quelli che attualmente abbiamo in rosa. Potremmo essere interessati a qualche calciatore dello Shakhtar, ma trattare con loro è sempre estremamente difficile. I club vorranno pagare meno per i nuovi acquisti. Posso dire che sceglierei due calciatori per la Roma".

Sul taglio degli stipendi.
"Bisogna capire che ora tutti stanno vivendo un momento molto difficile. Lo staff tecnico e io abbiamo deciso di aiutare il club in questo modo, tagliando i nostri stipendi. Questo è il modo perfetto per aiutare. È importante".

La ripresa del campionato?
"Forse torneremo ad allenarci in maniera individuale dal 4 maggio. Speriamo invece che dal 18 maggio potremo cominciare ad allenarci collettivamente. Per ora nessuno è certo della ripresa del campionato".