Ritrovati punti e vittorie, bisognava recuperare le energie. Il dispendio - fisico e mentale - cui è stata sottoposta la Roma nelle ultime settimane è stato notevole, le assenze hanno completato il quadro. Chi come Dzeko è stato costretto a giocarle tutte da inizio stagione, ha potuto riposarsi soltanto nell'ultima contro il Cagliari.

Altri che pure tirano la carretta da mesi senza soste - come Smalling - sono invece arrivati col fiato corto agli ultimi impegni. La sosta forzata al campionato giallorosso servirà dunque a ricaricare le batterie e trovare nuove forze. In chi è stato sempre o quasi presente, come in quei giocatori fermi per noie fisiche di varia natura, che dovrebbero tornare a breve. Su tutti Pellegrini e Diawara.

Lorenzo è fermo dall'intervallo della gara con il Lecce per una lesione al flessore. Negli ultimi giorni si è dedicato al lavoro individuale, ma mira al ritorno in gruppo prima del prossimo impegno, in programma giovedì 12 a Siviglia. Quel giorno non ci sarà Veretout squalificato e anche se il debutto da titolare di Villar è stato positivo, avere un elemento della sua caratura a disposizione darebbe qualche rassicurazione in più.

Diverso il discorso per il guineano, che dopo l'infortunio ha adottato la terapia conservativa rinunciando all'intervento chirurgico per accorciare i tempi di recupero. Che ora sembrano arrivati. Amadou si è allenato per una settimana col resto dei compagni, fino a lavorare ieri con i ragazzi della Primavera: un'indicazione che sembra suggerire il suo impiego nel match di oggi della squadra di De Rossi, utile a testarne la brillantezza in un impegno agonistico, sia pure di tono minore rispetto a quelli con la prima squadra. L'Europa League è ormai alle porte e l'avversario è di quelli tosti. Se anche l'ex di Bologna e Napoli fosse pronto per giovedì prossimo, Fonseca avrebbe finalmente a disposizione anche l'addetto alle geometrie del suo centrocampo.

Se la pausa dalle gare può consentire alla squadra di ritrovare calciatori fermi da tempo e vivacità, la società ha colto l'occasione per mettere in campo ancora una volta il proprio impegno sociale. Tramite un video condiviso sui profili social, il club giallorosso ha fornito cinque semplici consigli su come fronteggiare l'epidemia e prevenire il contagio. Da Fonseca a Zaniolo passando per Mkhitaryan e Spinazzola, i tesserati della Roma hanno mostrato i comportamenti da utilizzare per contrastare l'emergenza sanitaria.

Non solo. Attraverso la propria fondazione "Roma Cares", fornirà flaconi di gel igienizzante ai tifosi presso lo Store ufficiale di Piazza Colonna e donerà migliaia di mascherine all'ospedale Spallanzani. «L'ospedale della Capitale - si legge nella nota - è uno dei centri che nel nostro Paese sta combattendo la battaglia per salvare la vita alle persone che sono state infettate. Il Club intende sostenere la comunità di Roma nel contrasto all'epidemia. Dal 10 marzo inizierà il processo di distribuzione di 2.000 flaconi di gel igienizzante al Roma Store di Piazza Colonna».