A porte chiuse. Non soltanto il campionato, ma anche l'Europa League. Le recenti disposizioni inibiscono l'Olimpico al pubblico per le prossime gare casalinghe della Roma, inducendo così il club a comunicare le modalità di risarcimento per quei tifosi che hanno già acquistato un biglietto per la sfida del 19 marzo. «Tutti i biglietti acquistati sul sito ufficiale - fa sapere la Roma tramite un comunicato - saranno automaticamente annullati e rimborsati. L'importo pari al valore dei biglietti verrà riaccreditato sulla carta di credito o il conto Paypal utilizzati per l'acquisto».

A partire dal 16 marzo, anche chi ha comprato il tagliando presso i punti vendita, potrà chiedere il rimborso. «Sarà necessario recarsi presso lo stesso punto vendita e presentare i biglietti in originale o la mail di conferma dell'acquisto. È obbligatorio presentare i documenti degli intestatari. Sarà possibile presentare la richiesta entro e non oltre venerdì 3 aprile. Il rimborso avverrà esclusivamente in contanti».

L'emergenza ha però anche in qualche modo frenato la corsa ai tagliandi per la trasferta del Sanchez Pizjuan: sono in tanti ad aver disdetto le prenotazioni per Siviglia, nonostante le garanzie fornite dalle autorità spagnole, che al momento non hanno chiuso al pubblico la sfida. Il settore ospiti dell'impianto andaluso potrebbe contenere duemila tifosi, ma fino a ieri - primo giorno di vendita libera - i romanisti col biglietti in tasca erano circa quattrocento.