Reduce dal pareggio dell'Olimpico contro la Lazio, la Roma di Fonseca va in cerca di conferme a Reggio Emilia contro il Sassuolo di De Zerbi, nello scontro valevole per la ventiduesima giornata di Serie A. Fischio d'inizio domani alle 20:45.

Descrizione tattica

Roberto De Zerbi era, insieme a Paulo Fonseca, in pole position per diventare il nuovo allenatore della Roma. Le parole del tecnico portoghese nella conferenza stampa alla vigilia della sfida con i neroverdi sono indicative: "Non dobbiamo dargli libertà di gioco". La filosofia dei neroverdi parte da un concetto importante, ambizioso: la ricerca del dominio attraverso la costruzione del gioco dal basso. Fondamentali sono quindi le fasi di possesso e di movimento senza palla. Se nelle prime giornate il modulo di riferimento era il 4-3-1-2, questo si è evoluto in un 4-3-3 e poi in un 4-2-3-1, oramai in fase di consolidamento da nove match. In particolare, nella fase di costruzione, i difensori centrali restano bassi mentre i terzini vanno a formare una linea a 4 con i due centrocampisti. Gli attaccanti, invece, restano molto larghi per la ricezione del pallone e cercare lo sviluppo dell'azione sulle fasce.

Condizione

Attualmente il Sassuolo occupa la quindicesima posizione nella classifica di Serie A, a quota 23 punti, cinque lunghezze sopra la Spal terzultima. Parlando di rendimento, i neroverdi sono in leggera crescita: nelle ultime quattro gare sono arrivate due pesanti sconfitte contro Genoa (1-2 a Marassi) e contro l'Udinese (3-0), poi la vittoria di misura contro il Torino di Mazzarri per 2-1 e il pareggio a reti inviolate contro la Sampdoria guidata da Claudio Ranieri.

 I più in forma

Nell'ultima vittoria contro il Torino si sono rese protagoniste le due stelle dell'attacco di De Zerbi: Jeremie Boga e Domenico Berardi, che insieme contano quattordici reti nella stagione in corso. Se l'attaccante italiano è in forte ripresa e sta mostrando maggiore continuità,  grande rivelazione di quest'anno è il giovane esterno destro ivoriano, autore di una rete notevole contro il Torino.

I precedenti

L'ultimo Sassuolo-Roma è terminato 0-0. Sulla panchina dei giallorossi c'era Claudio Ranieri, era il 18 maggio. Oltre a questo pareggio, i giallorossi hanno sempre vinto. Il primo confronto in assoluto a Reggio Emilia finì 0-2 con le reti di Mattia Destro e Michel Bastos, poi 0-3 nel 2015 (in gol Doumbia, Florenzi e Pjanic), 0-2 nel 2016 (decisero Salah ed El Shaarawy), 1-3 l'anno successivo (al vantaggio di Cannavaro risposero Dzeko con una doppietta e Nainggolan su rigore), mentre nell'ultima gara della stagione 2017/18 fu decisiva un'autorete di Pegolo.