Kolarov sfida CR7: una sfida a distanza, considerando che il calendario non mette di fronte Serbia e Portogallo. Ma in palio c'è il secondo posto nel Gruppo B e un pass per Euro 2020. Aleksandar, capitano dei suoi, alle 20.45 riceve la visita del Lussemburgo a casa sua: teatro dell'incontro il Rajko Mitic di Belgrado, meglio noto come Marakana. Con la selezione slava terza a un punto dal Portogallo, l'imperativo è conquistare i tre punti, anche perché l'impegno casalingo degli uomini di Fernando Santos contro la Lituania sembra dall'esito scontato.

In un raggruppamento dominato dall'Ucraina di Shevchenko (prima con 19 punti), Ronaldo e Kolarov inseguono rispettivamente a 11 e 10 punti, ma gli scontri diretti tra le due squadre sono sfavorevoli al terzino giallorosso. L'ultima giornata, in programma domenica, metterà di fronte alla Serbia proprio l'Ucraina (di nuovo al Rajko Mitic): la speranza di Kolarov e compagni è che, con i gialloblù dell'Est già sicuri della qualificazione, la partita sia solo una formalità, anche perché il Portogallo sarà chiamato alla trasferta in Lussemburgo, altro match ampiamente alla portata dei Campioni d'Europa in carica.

Ünder per il primato

Situazione decisamente più agevole per la Turchia di Ünder e Cetin, che comanda il Gruppo H assieme alla Francia con 19 punti: alle 18 a Istanbul arriva l'Islanda e agli uomini di Senol Gunes basta un punto per la qualificazione aritmetica al torneo continentale. L'unica squadra ancora in corsa è proprio la nazionale isolana, a quota 15 punti: mantenendo invariata la distanza, Cengiz e compagni potrebbero festeggiare. 

In caso di sconfitta con i Vichinghi, invece, il secondo match-point andrebbe in scena domenica in Andorra. In vantaggio sulla Francia negli scontri diretti, con due successi la Turchia può ottenere il primo posto in un girone dove Albania e Islanda non sono riuscite a competere. L'ala romanista, da poco tornata a disposizione dopo lo stop di circa due mesi (a causa di un infortunio rimediato proprio in nazionale) si candida a un maglia da titolare nel 4-2-3-1 con cui di solito Gunes schiera i suoi.
Justin in trasferta

Sono ancora lontani i verdetti invece per gli Europei Under 21, che si terranno nel 2021 in Ungheria e Slovenia: Justin Kluivert sogna una chiamata da parte del Ct Koeman con la nazionale maggiore, ma intanto guida gli "Jong Orange" in casa di Gibilterra: a punteggio pieno (nove punti in tre partite), i giovani Tulipani comandano il Gruppo 7 a +3 sul Portogallo e +4 sulla Bielorussia. Titolare nelle vittorie contro i lusitani e la Norvegia, Justin punta alla conferma nel tridente d'attacco di Erwin van de Looi: il selezionatore ha spesso avuto parole di elogio per il romanista, dandogli grande fiducia. Alle 19 il fischio d'inizio, quindi l'Olanda Under 21 sarà di nuovo impegnata martedì alle 18.30 nell'amichevole contro i pari età dell'Inghilterra.