Il Roma Club Testaccio festeggia oggi 50 anni. Tra i tanti ospiti presenti sul palco anche l'attuale dirigente giallorosso Morgan De Sanctis. Ecco le sue parole: 

"Ci tenevo a salutare tutti. Sei anni fa sono entrato nella famiglia giallorossa. Quell'estate si veniva da una partita sfortunata che ha segnato la storia della Roma, mi auguro di poter essere testimone da dirigente gialloroso di una rivincita di quella partita. Quell'estate non c'erano umori altissimi. Il popolo giallorosso ha avuto delle grandi delusioni ma si è saputo rialzare. Ricordo bene la prima volta che ho avuto il contatto con il pubblico all'Olimpico. Dopo quel 26 maggio ho percepito la voglia di rivalsa e di combattere dei tifosi romanisti. In un certo senso, l'ultima estate è stata piena di cose particolari. Come successo allora con società, giocatori, squadra e tifosi eravamo ripartiti forti. L'auspicio adesso è che questo nuovo ciclo possa portare dei grandi risultati alla Roma. Io me lo auguro, come ho fatto sei anni fa da calciatore, cercherò di dare il massimo da dirigente".