Antivigilia di Roma-Sassuolo, si avvicina sempre di più il ritorno sugli spalti della tifoseria romanista. Archiviata la sosta forzata per gli impegni delle nazionali, è finalmente tempo di proiettare la mente verso il campionato. Domenica alle ore 18 l'Olimpico sarà teatro della terza giornata di Serie A, con gli uomini di mister Fonseca che andranno a caccia dei primi tre punti stagionali dopo i pareggi con Genoa e Lazio. Una sfida per la quale, come avviene ormai da diversi anni, sarà possibile acquistare i tagliandi entro e non oltre un'ora dal fischio d'inizio.

Esaurita la Curva Sud Centrale in fase di abbonamenti e la Curva Sud Laterale in vendita libera, restano così ancora a disposizione i settori: Curva Nord (25 euro), Distinti Sud (35 euro), Tribuna Tevere (da 45 a 60 euro) e Tribuna Monte Mario (da 65 a 75 euro). L'elevata disponibilità nei Distinti Sud dovrebbe portare inoltre alla mancata apertura dei Distinti Nord, con lo spicchio compreso tra Curva Nord e Tribuna Monte Mario destinato come di consueto alla tifoseria ospite. Si profila così un incontro capace di attirare circa 40mila spettatori sugli spalti, unendo così i circa 21.500 abbonati al dato relativo la vendita libera iniziata con diverse settimane di anticipo. Biglietti che possono essere acquistati nelle canoniche modalità, ovvero: sul sito ufficiale della società, contattando il Call Center al numero dedicato, nel Ticket Office di Viale delle Olimpiadi oppure presso gli AS Roma Store. Due giorni utili quindi per rimpolpare le fila romaniste e passare una nuova domenica unendo la propria voce al canto d'amore orchestrato come sempre dalla Curva Sud.

Verso l'Europa

Non solo la sfida di dopodomani contro il Sassuolo perché, nella serata di giovedì, andrà in scena l'esordio ufficiale nel girone di Europa League. Match contro i turchi dell'Istanbul Basaksehir per il quale, diversamente dal campionato, non si dovrebbero superare le 30mila unità in merito agli spettatori. Sono oltre 12mila infatti i possessori del mini-abbonamento per le tre gare casalinghe del girone, con tutti i settori dell'Olimpico ancora a disposizione inclusa la Curva Sud Centrale. L'elevata disponibilità consentirà quindi a chiunque di assicurarsi un tagliando entro un'ora dall'inizio dell'incontro, con l'augurio di assistere ad una cornice di pubblico all'altezza di un impegno in campo europeo.

Passando invece alla prima trasferta stagionale del Renato Dall'Ara di Bologna, sfida in programma domenica 22 alle ore 15, si registrano ancora molteplici problematiche relative la vendita dei tagliandi per i tifosi romanisti residenti nella Regione Lazio. Nonostante infatti le pressioni della Roma e soprattutto dell'avvocato Lorenzo Contucci, che nella serata di mercoledì ha annunciato l'aggiornamento dei dati da parte del Ministero dell'Interno in merito alla corretta interpretazione del discusso articolo 8 del Decreto Sicurezza bis, molti tifosi giallorossi continuano ad assistere all'impossibilità di acquistare un biglietto seppur in possesso di una tra Away e Roma Card. Si attende così con impazienza una evoluzione positiva della questione, per consentire alla tifoseria romanista di polverizzare i 3mila tagliandi della Curva Ospiti dell'impianto bolognese.

In base inoltre alla determinazione numero 35 dell'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, riunitosi nel primo pomeriggio di mercoledì, la vendita per i tifosi non residenti nel Lazio non richiederà il possesso di una tessera di fidelizzazione. Vendita che, come da regolamento, terminerà alle ore 19 di sabato 21 settembre. Tagliandi che possono così essere ottenuti al prezzo di 35 euro nei soli centri Vivaticket abilitati alla vendita, con lo zoccolo duro della tifoseria che al momento non prenderà parte alla sfida almeno fino a quando non sarà garantito a tutti il diritto di acquistare un biglietto per il settore ospiti. Prima però c'è la sfida contro il Sassuolo ormai alle porte: ancora solamente due giorni di trepidante attesa e poi sarà finalmente tempo di alzare il nostro inno. Per spingere la Roma verso la vittoria a colpi di cori e battimani.