Mercoledì scorso, alla convention annuale di Telefono Azzurro a Roma, il professor Ernesto Caffo, fondatore e presidente di Telefono Azzurro, ha consegnato al vicepresidente della Roma Mauro Baldissoni un premio per l'iniziativa del club. 

"Questa collaborazione e campagna con l'AS Roma è una meravigliosa opportunità che ci consente di parlare di un tema nascosto ma drammaticamente presente - le parole di Caffo riportato sul sito della Roma - Ci sono molti bambini che scompaiono e attraverso questa campagna, insieme stiamo inviando un bellissimo messaggio, che rende sempre più persone consapevoli del problema. Quando una grande squadra di calcio attiva tutti i suoi seguaci in un'azione di sensibilizzazione, fa un gesto di grande importanza sociale e ci aiuta a trovare una risposta concreta in un momento di necessità. Trovare un bambino consentirebbe anche di cambiare la vita di molti altri bambini che non sono stati ancora identificati o trovati. Questo invia anche un chiaro messaggio alle famiglie per dimostrare che non sono stati lasciati soli dopo la scomparsa del loro bambino, che è un tema profondo della sofferenza".

La collaborazione è iniziata questa estate quando il club giallorosso ha deciso di integrare nei video di presentazione dei nuovi acquisti i volti di bambini scomparsi in diverse parti del mondo. La campagna ha riscosso successo sui social al punto che anche la BBC ha sottolineato l'importanza dell'iniziativa.