Luca Toni, ex attaccante della Roma, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport al suo arrivo al Foro Italico per La Notte dei Re. L'ex giallorosso ha risposto ad alcune domande sul suo passato in giallorosso, sulla situazione che si è creata tra De Rossi e la società e sulla partita che lo vedrà protagonista questa sera alle 21:00. Di seguito le sue parole.

Su Roma-Sampdoria del 2010. "Avevamo fatto un gran recupero sull'Inter, compiendo qualcosa di straordinario, ma abbiamo sbagliato quella partita e c'è costata cara".

Il rapporto con Totti. "Giocare con lui è un piacere. È uno che ha gli occhi dietro e fa fare gol a chiunque, sono venuto a giocare alla Roma perché se li fa fare a tutti li poteva far fare anche a me. Oltre ad essere un grande giocatore, è anche un ragazzo eccezionale. È un piacere essere qui, speriamo che sia una gran serata e speriamo di aiutare persone che ne hanno bisogno".

Sulla finale di Champions. "Sicuramente alla vigilia il Liverpool era favorito. Non è stata una bella partita, le due squadre erano tese ed hanno sbagliato molto, ma è normale".

Sul mancato rinnovo di De Rossi. "L'ho sentito, a mio avviso deve ancora digerire quanto è successo. Conosco l'amore che ha per la Roma e per i colori della Roma. Gli auguro di trovare una giusta sistemazione e di continuare a giocare se ne ha voglia".

Sui tifosi della Roma. "Diciamo che sono stato qui pochi mesi, ma furono dei mesi intensi. Mi porto nel cuore il gol contro l'Inter e la corsa sotto la Curva Sud. Sono stato molto bene qui, mi fa piacere che i tifosi mi abbiano apprezzato".

Giocare 6 contro 6. "Non ho mai giocato in un campo così piccolo, dobbiamo trovare chi corre".