Fra Trigoria e il mondo

Tentazione Fab Four

Mou potrà contare sul recupero di Pellegrini e Dybala. Anche Zaniolo ha alzato i ritmi nella sosta: si va verso il tridente con la Joya e Abraham

Pellegrini e Dybala in campo

Pellegrini e Dybala in campo (GETTY IMAGES)

27 Settembre 2022 - 08:00

Per una volta e facendo gli scongiuri del caso fino al rientro di tutti i giocatori impegnati con le nazionali, la sosta porta novità positive. A partire dai rientri in gruppo di El Shaarawy e Kumbulla, entrambi fermi da circa un mese. Anche gli altri due acciaccati di rilievo sono ormai da considerare recuperati in vista del big match di sabato prossimo contro l’Inter. La noia al flessore che ha indotto Lorenzo Pellegrini a rinunciare alla convocazione in azzurro è ormai alle spalle. Il Capitano ha seguito uno specifico programma di recupero nella scorsa settimana e sarà regolarmente in campo a San Siro (come peraltro era già stato disponibile anche non al top nell’ultimo turno con l’Atalanta). Dybala, che invece era stato costretto a dare forfait nell’immediato pre-partita coi bergamaschi, ha comunque risposto alla chiamata dell’Argentina. E se nella prima gara con l’Honduras è stato lasciato a riposo da Scaloni, dovrebbe invece essere mandato in campo (sia pure non dall’inizio) con la Giamaica. La Joya si sta allenando in gruppo con Messi e compagni, che tradotto in termini romanisti vuol dire disponibilità piena per il Meazza. Anche se il suo rientro da Oltreoceano è previsto proprio a ridosso della partenza alla volta di Milano. D’altra parte la sua assenza nell’ultima giornata ha evidenziato le difficoltà in termini realizzativi che attualmente attanagliano l’attacco romanista: si crea moltissimo, si concretizza poco. Quattro gol e due assist portano la firma di Paulo (in poco più di 600 minuti disputati complessivamente fra campionato e coppa) in questo primo scorcio stagionale, su dodici centri totali di squadra. Come dire che in zona calda il suo apporto incide sulla metà delle reti.

Proprio la combinazione fra la ritrovata forma dei talenti più raffinati della rosa e la fase non esattamente prolifica del reparto offensivo può indurre Mourinho a riproporre una formazione con i Fab Four. Complici i problemi fisici che hanno fermato anche Zaniolo, il tridente completato da Abraham (e con Pellegrini in mediana) si è visto finora soltanto nelle prime due di campionato (concluse con altrettante vittorie). E anche se l’Inter è avversaria di ben altro livello rispetto a Salernitana e Cremonese, la situazione attuale può valere l’azzardo. Lo stesso Nicolò - lasciato dal ct Mancini a Trigoria in questa pausa - ha intensificato il lavoro, dopo essere rientrato in anticipo dall’infortunio alla spalla. Come il numero 22, anche Spinazzola è rimasto ad allenarsi al “Bernardini” per ritrovare la forma migliore. Con Zalewski - schierato titolare in entrambe le recenti gare della Polonia - si profila un discreto duello per una maglia sulla corsia sinistra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA