I voti

Le pagelle di Roma-Bologna: Bryan esemplare. Maitland parte forte, poi frena

Cristante va in soccorso dei compagni, recupera palloni e li smista con qualità. L’attacco alternativo non punge. Veretout risulta ancora opaco

Cristante (As Roma via Getty Images)

Cristante (As Roma via Getty Images)

02 Maggio 2022 - 06:00

Lo scatto decisivo verso il quinto posto è da rinviare. A tre giorni da Leicester e a quattro dal ritorno, il turnover non basta a trafiggere avversari abituati a sgambettare le grandi. E anche quando entrano i titolari la Roma non riesce a sfondare. Adesso testa, cuore e muscoli sulla coppa.

7 RUI PATRICIO Mette una toppa in uscita al primo pericoloso affaccio bolognese dalle sue parti. Arnautovic lo grazia da posizione comoda, ma chiude alla grande lo specchio a Orsolini e nel finale deve ricorrere ai migliori riflessi su una zuccata ravvicinata di De Silvestri. Decisivo.

6 MANCINI Fascia al braccio, consueto grugno, sbroglia qualche situazione critica, restando per l'intera gara il più sicuro del terzetto arretrato.

6 KUMBULLA Smalling è in panchina e tocca a lui piazzarsi al centro della linea. Le certezze non possono essere le stesse, ma a una sbavatura iniziale senza conseguenze fa seguito una serie di chiusure puntuali. Si affaccia in area avversaria nella ripresa, sfiorando il colpaccio di testa.

6 IBAÑEZ Mette da parte gli abituali interventi ai limiti dell'azzardo a vantaggio della concretezza, confinando i rischi a un paio di (probabilmente involontarie) scivolate.

6 MAITLAND-NILES Da due sue accelerazioni nascono gli episodi che fanno sobbalzare l'Olimpico in avvio, ma che Fabbri e Var non valutano punibili. Col passare dei minuti tira il freno.

7 CRISTANTE Le assenze forzate di Micki e Oliveira lo costringono agli straordinari. Ma il soldato Bryan non è tipo da farsi salvare: è lui a soccorrere i compagni, conquistare infiniti palloni e smistarne altrettanti, anche con concessioni stilistiche.

5,5 VERETOUT Chiamato a riscattare la prestazione opaca di coppa, ma è ancora lontano parente dell'instancabile motorino di qualche tempo fa.

6 EL SHAARAWY Schierato a tutta fascia, per un'ora si muove discretamente ma non arriva mai a graffiare sotto porta.

6 PEREZ Impiega un giro di lancette per incunearsi fra la difesa rossoblù e costringerla al primo intervento più che dubbio. Cicca la palla successiva, ma il primo tiro nello specchio è suo. E ci riprova poco dopo

5,5 FELIX Parte largo a sinistra provando a sfruttare la sua rapidità, ma gli avversari gli sbarrano la strada. Non sempre con le buone, ma sulla falsariga di quanto capita a Zaniolo, i fischi a suo favore sono rarissimi. Come però i suoi spunti brillanti.

6 ZANIOLO Abraham inizia dalla panchina e il peso dell'attacco è sulle sue spalle. Non è un centravanti ma ha tutte le potenzialità per graffiare e infatti è il primo a impegnare seriamente Skorupski. Poi però gli spazi si chiudono, anche con Tammy.

6 KARSDORP Entra col piglio giusto, tentando anche qualche sortita in avanti.

6 ZALEWSKI Ci prova, senza però replicare le ultime sontuose prestazioni.

6,5 PELLEGRINI In 10' sfiora il palo e mette sulla testa di Kumbulla una palla d'oro. Poi sfiora il gol con una volée capolavoro. Lotta senza risparmiarsi.

6 ABRAHAM Tanto impegno, ma punge poco.

6 SHOMURODOV Si piazza largo a sinistra e nel finale va vicino alla rete di testa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA