Ancora un giorno di riposo, poi si torna a fare sul serio a Trigoria in vista della ripresa del campionato e con un occhio rivolto anche alla Coppa Italia. Sì, perché il secondo trofeo nazionale metterà di fronte a Milano la squadra di Mourinho martedì 8 febbraio proprio contro l'Inter che lo Special One portò sul tetto d'Europa nel 2010. Nel capoluogo lombardo José tornerà per la prima volta da avversario dei nerazzurri, già affrontati all'andata in quella che è stata considerata una non partita dallo stesso tecnico romanista. Inutile dire che l'attesa è grande anche da parte dei tifosi che stanno "assaltando" il botteghino su rete Vivaticket per assicurarsi i poco più di 2.000 tagliandi a disposizione nel terzo anello blu del settore ospiti del Meazza.

Si tornerà al 50% delle capienze, come avverrà con il Genoa all'Olimpico. Che cronologicamente arriverà prima: sabato alle 15 ci sarà un avversario da battere ancora una volta nel momento del cambio dell'allenatore (all'andata in campionato esordì Shevchenko, per Blessin sarà la seconda gara in Serie A dopo il pari con l'Udinese). Ripartire con un risultato positivo darebbe il via a una rincorsa a scalare la classifica difficile ma non impossibile. Mourinho avrà tutti (tranne Spinazzola) a disposizione, ma con alcune situazioni da valutare. L'allenatore portoghese conta di recuperare Lorenzo Pellegrini e decisivi saranno i primi giorni di lavoro: se il capitano sarà in gruppo prenderà parte a pieno ritmo alla ripresa del campionato. Potrebbe essere risparmiato in vista dell'Inter, visto che ora c'è un Sergio Oliveira in più in mezzo al campo.