Espulso per aver mostrato un errore all'arbitro sullo smartphone e poi aver scagliato lo stesso telefono a terra. È successo ieri nella gara vinta dal Besiktas per 3-0 in casa del Sivasspor. All'intervallo il capitano della squadra di casa Arslan ha provato a far cambiare idea al direttore di gara su un episodio usando il cellulare in una sorta di Var fai da te: da lì il primo giallo. Subito dopo ha reagito lanciando il telefono e continuando a protestare. Questo gli è costato la seconda ammonizione e una squalifica quanto meno singolare.