L'estro degli uomini di Dalic contro la rocciosità dell'undici di Hareide. Croazia e Danimarca sono pronte a scendere il campo a Nizhny Novgorod (ore 20) per conoscere la rivale di Spagna o Russia nel quarto di finale di sabato prossimo. Dopo il turnover della sfida con l'Islanda, i croati punteranno sul rientro di Subasic in porta e sulla difesa formata da Vrsaljko, Lovren, Vida e Strinic. Davanti la coppia Brozovic-Rakitic, con Rebic, Modric – in procinto di raggiungere Srna in vetta alla classifica dei croati con più presenze tra Europei e Mondiali - e Perisic alle spalle di Mandzukic, unica punta.

Danimarca che dovrebbe schierarsi a specchio con un 4-2-3-1 in cui Eriksen sarà nuovamente chiamato al difficile compito di trascinare i suoi al successo. Fermata la Francia sul pareggio nel girone iniziale, la Danimarca proverà a mettere i bastoni fra le ruote ad una Croazia indicata da molti come mina vagante di Russia 2018. Danesi che proveranno a vendicare l'unico precedente in un grande torneo, ovvero il 3-0 di Euro '96.