Nelle partite delle ore 16:00, la Russia poteva giocare anche per il pareggio contro l'Uruguay, in virtù di una migliore differenza reti. Ma i gol di Suarez e Laxalt (con decisiva deviazione di Chernyshev) e l'espulsione per doppia ammonizione di Smolnikov (nell'arco di 8 minuti) hanno consegnato alla celeste il primo posto del Gruppo A già nel primo tempo. Nel finale il gol di Cavani che fissa il risultato sul 3-0. L'Uruguay attenderà la seconda classificata del Gruppo B (attualmente il Portogallo di Cristiano Ronaldo), mentre la Russia potrebbe dover incontrare la Spagna di Diego Costa e Sergio Ramos.

Nell'altra partita del Girone, inutile ai fini della classifica, Momo Salah non riesce a evitare la sconfitta dei Faraoni. L'Egitto chiude al quarto posto, a zero punti, mentre l'Arabia Saudita strappa il terzo posto. Dopo il gol iniziale dell'ex giallorosso, al 41' l'Arabia Saudita sbaglia un calcio di rigore, parato dal più anziano giocatore di sempre in un Mondiale, Essam El-Hadary. Nuova possibilità dagli 11 metri al 50' del primo tempo, quando l'arbitro concede un secondo penalty con l'aiuto del VAR. Al posto di Fahad Al-Muwallad si presenta Salman Al-Faraj, che al 50:36 del primo tempo segna il gol più tardivo in una prima frazione di una partita della Coppa del Mondo dal 1966. Nell'ultimo minuto di partita, arriva il gol del 2-1 di Salem Al-Dawsari, che fa impazzire il popolo saudita sugli spalti dello stadio di Volgograd.