Alla fine, è arrivato il giorno dei Primavera: nelle prime 10 partite ufficiali Paulo Fonseca non aveva mai attinto alle giovanili per completare la lista dei convocati (unica eccezione Cardinali contro il Wolfsberger, ma in Europa League il 18enne di Talenti è terzo portiere, visto che Fuzato non è in lista), ieri è arrivata la chiamata per Riccardi e Calafiori. Ovvero i due talenti più in vista del settore giovanile: il primo è alla terza stagione nel giro della prima squadra (anche se nel 2017-18 è stato convocato una sola volta, col Benevento), l'altro - allenamenti a parte - ci è entrato ufficialmente da ieri.

Anche se già ad agosto gli era stata assegnata la maglia numero 46, che è un segnale ben preciso, visto che la maggior parte dei compagni (tra cui Parodi e Felipe Estrella, terzino destro e centravanti che ieri hanno fatto la rifinitura coi grandi) non ce l'hanno: stasera Calafiori porterà la 61, perché la numerazione in Uefa è leggermente diversa da quella per la A. Poco più di un anno fa, il 2 ottobre, rimediò il bruttissimo infortunio al ginocchio che rischiava di rovinargli la carriera, queste settimane stanno dimostrando che operazione e riabilitazione, fatte alla perfezione, hanno sventato il pericolo. Tanto che il ragazzo ha fatto lo stage che precedeva il Mondiale Under 17: i suoi compagni sono già a Brasilia, lui sarebbe con loro, se la Roma non avesse fatto pressioni con la Federcalcio per non farlo convocare.

Sabato, a Napoli, ha segnato il primo gol in primavera - bellissimo e decisivo, un sinistro sotto la traversa - ieri la prima chiamata coi grandi (che senza l'infortunio sarebbe potuta arrivare lo scorso anno, magari per Roma-Empoli, quando Ranieri portò Cargnelutti e Semeraro), per l'attacco febbrile dell'ultimo minuto di Santon: Cetin non è in lista Uefa, un difensore serviva. L'emergenza a centrocampo era cosa nota, ne ha approfittato Riccardi, che lo scorso anno di chiamate coi grandi ne aveva ricevute 13. Sono entrambi in lista B, quella dei giovani - come Cardinali e l'infortunato Bouah, che ha fatto i complimenti ai due amici su Instagram - e andranno entrambi in panchina, con 19 convocati di cui tre portieri.